Connettiti con noi

Hanno Detto

Bereszynski a ruota libera: «Sampdoria importante. Ranieri si fida di me»

Simone Fargnoli

Pubblicato

su

Bartosz Bereszynski, difensore della Sampdoria, si è raccontato ai canali ufficiali della Polonia. Le dichiarazioni del terzino sulla squadra, su Ranieri e sugli obiettivi

Bartosz Bereszynski ha commentato a laczynaspilka.pl il momento personale e della sua Sampdoria. Le dichiarazioni del terzino blucerchiato.

SAMPDORIA – «Per un difensore la regolarità è la cosa più importante e ce l’ho praticamente da quando ho lasciato il Legia e sono arrivato alla Sampdoria, sono stato addirittura stato capitano in più partite. Il capitano di un club di un campionato forte, un club che aspira a qualcosa di più che a metà classifica».

RANIERI –  «Sono uno dei giocatori che è da più tempo alla Sampdoria. Gioco spesso tutta la partita, dal primo all’ultimo minuto. L’allenatore Ranieri si fida di me ed è soddisfatto del mio atteggiamento».

STAGIONE – «Penso che questa sia una positiva stagione di transizione. Lo scorso anno abbiamo lottato fino alla fine per restare in Serie A. Il mercato estivo ha aiutato la Samp a migliorare. Stiamo meglio di un anno fa, l’obiettivo era mantenere la categoria con tranquillità e anche se non l’abbiamo ancora raggiunto al 100%, guardiamo avanti. Stiamo cercando di salire in classifica, per soddisfare le aspettative che saranno maggiori nella prossima stagione. Il nostro obiettivo deve essere migliorare la classifica».

GIAMPAOLO E CAMBIAMENTO – «L’ex allenatore Giampaolo ha cambiato la mia percezione della posizione di terzino destro perché avevo una capacità limitata di giocare in attacco. Adesso ho più libertà con Claudio Ranieri, ma ho dovuto recuperare tanta fiducia per rendere meglio in attacco. Se fai qualcosa per tre anni, cambiare è strano. La scorsa stagione l’allenatore cercava disciplina, ma ora che siamo migliorati, il feeling con Antonio Candreva sembra molto buono».

Advertisement