Serie A, Rummenigge: «La gente vuole un calcio più razionale»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Karl-Heinz Rummenigge fa il punto sulla Serie A, la corsa Scudetto, la Champions League e il calciomercato del futuro

Il CEO del Bayern Monaco Karl-Heinz Rummenigge ha rilasciato un’intervista a Corriere della Sera alla vigilia della ripresa della Champions League. Le sue parole.

CALCIOMERCATO – «Il problema è di lunga data ed è cominciato con la sentenza Bosman del 1996. Poi negli ultimi dieci anni abbiamo sbagliato tutti, perché abbiamo speso sempre di più a favore di giocatori e agenti. La pandemia ha mostrato che dobbiamo fare marcia indietro e tornare a un modello più razionale. Spero sia possibile, ma non sarà facile. La mia impressione è che i prezzi dei cartellini siano scesi in alcuni casi fino al 50%. Per quanto riguarda gli ingaggi dei giocatori top invece gli agenti sono ancora in grado di ottenere soluzioni al rialzo. Dobbiamo trovare una soluzione europea: in Germania ne abbiamo discusso con una task force, che ha coinvolto politici e tifosi. La gente vuole un calcio più razionale».

SALARY CAP – «Sarebbe forse una buona iniziativa, ma nel 2008 con Platini presidente della Uefa e Infantino direttore generale, siamo andati a Bruxelles per capire se fosse una strada percorribile: i politici ci hanno sempre detto che saremmo andati contro la legge europea».

LAZIO – «Siamo favoriti perché siamo campioni in carica, ma non è certo un avversario che sottovaluteremo e ce ne siamo accorti nelle sfide contro
il Borussia Dortmund. E anche in quella di domenica».