Silvestre, c’è il rischio cessione: Torino in pole

silvestre sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrale argentino, non convocato per la partita di oggi contro il Chievo, potrebbe essere ceduto a gennaio viste le difficoltà nel rinnovo del contratto: si fa avanti il Torino del suo mentore Sinisa Mihajlovic

Quando ieri è apparsa la lista dei convocati di mister Giampaolo per la partita contro il Chievo, due assenze sono balzate immediatamente agli occhi, specialmente perché entrambe riguardanti il reparto difensivo. La prima è quella di Dodô: il brasiliano, arrivato in estate dall’Inter in prestito biennale con obbligo di riscatto, non ha mai convinto definitivamente il tecnico svizzero, che dopo averlo sostituito a Roma dopo mezz’ora di gioco – per giunta, subentrato dopo l’infortunio occorso a Pavlovic -, non gli ha più fatto vedere il campo in campionato. Nella lista dei convocati, comunque, il terzino sinistro era sempre entrato: secondo alcune indiscrezioni Giampaolo avrebbe però ieri rimproverato il classe ’92 di scarso impegno durante l’allenamento, decidendo così di escluderlo dalla trasferta di Verona per motivi comportamentali, di scarsa motivazione e concentrazione. La cessione, a tal punto, è un’opzione sempre più concreta per gennaio, con alcune formazioni brasiliane interessate al ragazzo.
SILVESTRE VIA A GENNAIO? – L’altra assenza importante riguarda Matias Silvestre. Il difensore ex Inter ha il contratto in scadenza a gennaio, e le trattative per il rinnovo non sono ancora decollate: la proposta, da parte della società, di un biennale a cifre più basse di quelle percepite attualmente dal 32enne centrale, non avrebbe avuto riscontri particolarmente positivi. Come riportato da Tuttosport, la situazione per la Samp si potrebbe fare complicata perché su Silvestre ci sarebbe il forte interessamento del Torino. L’attuale numero 26 blucerchiato è infatti un pupillo del tecnico granata Sinisa Mihajlovic, che lo allenerebbe nuovamente molto volentieri. La società granata, vista la scadenza a breve termine del contratto del giocatore avrebbe allacciato i primi contatti per portarlo sotto la Mole già a gennaio. Difficile capire cosa vorrà fare la Samp: Silvestre è sempre stato dichiarato incedibile ed è il perno della difesa blucerchiata. Se il difensore dovesse accettare un rinnovo del contratto a cifre ribassate, il problema non sussisterebbe. Se ciò non dovesse accadere, la cessione potrebbe essere inevitabile; a quel punto la società sarebbe costretta a trovare un sostituto all’altezza nella finestra invernale di mercato, un’operazione tutt’altro che semplice.