Sinan Gümüs, velocità e killer instinct per l’attacco della Sampdoria – VIDEO

Gumus Sampdoria
© foto Wikimedia Commons

Sinan Gümüs, l’ultima idea blucerchiata per l’attacco porta in Turchia: ecco un profilo del giovane centravanti di proprietà del Galatasaray

Indovinare quale sarà la composizione dell’attacco della Sampdoria per la prossima stagione sta diventando un vero e proprio rebus: i punti fermi del pacchetto offensivo blucerchiato sono, a questo punto del calciomercato, tre: Fabio Quagliarella, Gianluca Caprari e Dawid Kownacki. Le perplessità, dunque, riguardano il profilo che andrà a riempire il quarto ed ultimo slot disponibile: al nome di Vietto – la cui trattativa sembra sempre più in salita per questioni economiche e di concorrenza da parte di altre squadre – si sono aggiunti quelli di Richarlison – per il quale sarebbe pronta una sinergia con l’Inter – e quello di Sinan Gümüs, giovane attaccante tedesco di chiare origini turche, di proprietà del Galatasaray. Vediamo dunque, dopo aver già analizzato ampiamente i primi due profili, che tipo di giocatore è il centravanti sul quale ha posato gli occhi la dirigenza doriana, per cercare di capire quale potrebbe essere il suo apporto tecnico e tattico alla causa blucerchiata.

Si tratta di un giocatore polivalente, in grado di giocare su tutto il fronte offensivo: il suo ruolo naturale è quello della punta centrale, ma lo si è visto agire spesso anche sull’esterno, in particolare a destra. Dotato di un mancino chirurgico, sembra essere il tipo di giocatore adatto non solo ad agire in tandem – il modo di giocare di mister Giampaolo dunque -, ma anche in un tridente offensivo, viste anche le sue capacità nella corsa e nello strappo sul breve. Se dovesse arrivare a Genova, dunque, potrebbe garantire all’allenatore blucerchiato un tipo di soluzione tattica differente: contro le difese chiuse ed arroccate intorno alla propria area di rigore, per esempio, un giocatore di questo tipo potrebbe aiutare ad allargare il gioco offensivo – con Caprari largo a destra magari -, nella speranza di dare più respiro alla manovra e di allargare le maglie avversarie. Una soluzione interessante dunque, ed un prospetto – parliamo di un classe ’94 – che varrebbe la pena vedere all’opera sotto le quattro torrette del Ferraris: il costo dell’operazione si aggirerebbe intorno ai 4,5 milioni, una cifra certamente abbordabile per la Sampdoria, ma non va trascurata l’inesperienza del giocatore col calcio italiano: avere in rosa due attaccanti – si pensi anche a Kownacki – provenienti da realtà calcistiche differenti e da inserire completamente negli schemi di mister Giampaolo potrebbe anche rappresentare un rischio eccessivo.

Articolo precedente
Sampdoria ColleyColley è vicino: due giorni per provare a chiudere
Prossimo articolo
Sampdoria-Feralpisalò: che ruolo per Praet?