Una soluzione a lungo termine per la fascia sinistra: Nicola Murru

Murru Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria ha ufficializzato l’arrivo di Murru, la soluzione per risolvere l’annoso problema dell’out sinistro: un giovane già pronto ma che può crescere ancora

Uno dei problemi principali della Sampdoria dello scorso anno, come risaputo, è stato quello dei terzini sinistri: Regini, Pavlovic e Dodô si sono alternati sull’out mancino, senza mai riuscire a prendere definitivamente possesso di quella zona di campo per propri meriti: anzi, sono stati perlopiù i demeriti del bosniaco e del brasiliano ad aver eletto Regini a terzino titolare, dato che, perlomeno, il numero 19 ha nel corso della stagione dimostrato di saper difendere molto meglio dei due “colleghi”. E’ inevitabile, però, che qualcosa per il prossimo anno cambi: anzi, pare che tutti e tre gli interpreti del ruolo siano sul piede di partenza. E dal Cagliari arriva ufficialmente Nicola Murru. Il difensore rappresenta una soluzione valida non solo per il futuro, ma anche e soprattutto per il presente, per la fascia sinistra della Sampdoria. Cerchiamo allora di conoscerlo meglio.

Nell’ultima stagione, in maglia rossoblù, Murru ha collezionato 27 presenze totali – 26 in campionato e una in Coppa Italia -, mettendo a referto anche 2 assist. Quando ha potuto contare su di lui, mister Rastelli non ha mai rinunciato al classe ’94, fermato solamente da un problema al ginocchio a metà stagione che lo ha costretto a quasi 2 mesi di stop. Murru si può ormai considerare, nonostante la giovane età, una certezza: ha fatto tutta la trafila delle giovanili azzurre, dall’U-17 all’U-21, dimostrando costanza di rendimento negli anni e una continua crescita. Dotato di un buon piede sinistro e di ottima gamba, l’incontro con Giampaolo potrebbe essere fruttuoso per il terzino, che ha dimostrato a volte di avere qualche lacuna a livello difensivo: da questo punto di vista, il tecnico di Bellinzona potrebbe certamente aiutare il ragazzo a completare la propria formazione calcistica, data l’attenzione maniacale che egli pone ai movimenti della retroguardia. La fascia sinistra blucerchiata ha finalmente un nuovo padrone, un giovane già pronto ma che ancora ha dimostrato di avere ampi margini di crescita.

Articolo precedente
Caprari SampdoriaCaprari si presenta alla Sampdoria: «La piazza mi affascina». È ufficiale
Prossimo articolo
Meré SampdoriaMeré, la Sampdoria attende una risposta per il futuro