Sundas esclude la Samp: «Farò comprare il Ferraris al Genoa»

stadio ferraris genova
© foto www.imagephotoagency.it

L’agente Fifa Sundas vuole aiutare il Genoa a comprare il “Ferraris” senza la Sampdoria: «Deve diventare lo stadio di proprietà del Grifone»

Sampdoria e Genoa sembrano finalmente essere giunte ad un accordo, dopo anni di stand-by e immobilismo, per gestire insieme lo stadio “Ferraris“, il cui utilizzo dovrebbe essere concesso dal Comune alle due società genovesi per novantanove anni. Con questa concessione i due clubs potranno finalmente dare il via ai lavori di ammodernamento della struttura, ormai diventata fatiscente da diversi punti di vista. C’è chi però non sembra essere d’accordo con questo modo di procedere: si tratta dell’agente Fifa Alessio Sundas, legato alla parte rossoblù di Genova tanto da aver tentato in passato di acquistare la società da Enrico Preziosi.

Secondo Sundas, infatti, il Genoa dovrebbe rinunciare all’accordo con la Sampdoria per rilevare l’impianto in solitaria e trasformarlo in uno stadio di proprietà a tutti gli effetti: «È arrivato il momento che anche il Genoa abbia il suo stadio di proprietà. Il Grifone e Marassi sono rispettivamente la società e lo stadio più antichi d’Italia e da oltre un secolo formano un connubio indissolubile. È l’ora che questa unione diventi effettiva, con il passaggio del pieno possesso della struttura nelle mani del club. In un contesto competitivo come quello sportivo – riporta calciomercato.com, in continua evoluzione, la proprietà dello stadio è il punto di partenza essenziale per affrontare le sfide di questo periodo e purtroppo l’Italia è da questo punto di vista molto indietro, salvo poche eccezioni. Il Genoa è una società storica con dei tifosi straordinari che si meritano un salto di qualità a livello agonistico che solo la gestione diretta di uno stadio può garantire. So che la spesa per comprare e ristrutturare uno stadio è ingente ma io ho le conoscenze giuste per aiutare Preziosi e il suo staff – ha concluso il manager – a trovare gli sponsor che possono finanziare questa operazione».