Torino-Sampdoria, le pagelle: Quagliarella abbandonato, Vieira ingabbiato

pagelle torino-sampdoria
© foto Valentina Martini

Torino-Sampdoria, le pagelle: difesa da mani nei capelli, attacco sterile. Blucerchiati a fari spenti contro i granata

TORINO-SAMPDORIA: SINTESI E TABELLINO
TORINO-SAMPDORIA: GLI HIGHLIGHTS

Audero 5,5 – Tante occasioni per il Torino nel primo tempo, due realizzate e altrettante sventate dal portiere blucerchiato. Belotti e compagni lo impegnano in diverse parate anche nel secondo tempo.

Bereszynski 4,5 – Un primo tempo completamente in balia dell’avversario. Su entrambe le reti segnate dal Torino c’è il suo zampino. Viene superato nel contrasto aereo in occasione del primo gol di Belotti, si perde Ansaldi nell’azione che porta al raddoppio. Complice una non perfetta condizione fisica, il terzino non riesce a tenere il passo nel secondo tempo con grande difficoltà.

Andersen 4,5 – Nervosismo e poche idee per il difensore danese. Rischia un calcio di rigore per la trattenuta prolungata su Belotti, ma l’ottima valutazione di Maresca al VAR lo salva. Contribuisce a servire il pallone all’attaccante granata per il gol del raddoppio.

Colley 6 – Della difesa blucerchiata, nei quaranta minuti in cui è rimasto in campo, è sicuramente quello più lucido (dal 40′ p.t. Tonelli 5,5 – Non sbaglia, ma è parecchio nervoso e fa decisamente fatica contro il roccioso centrocampo granata).

Murru 5 – Nel primo tempo patisce la pressione di Baselli e Berenguer sulla sua fascia. Va costantemente in difficoltà nella ripresa e sono tanti gli errori di impostazione e in fase di non possesso che penalizzano la sua prestazione.

Praet 5 – Un primo tempo da non pervenuto per il centrocampista belga. In generale la Sampdoria fa fatica a costruire azioni offensive, ma Praet risulta spesso avulso dal contesto e ingabbiato. Cerca di cambiare la musica nel secondo tempo, dove però contribuisce la stanchezza a rendere la prestazione non sufficiente.

Vieira 5 – Ci prova, ma non basta. Un primo tempo di luci e ombre per Vieira che non sembra in grado di districarsi tra le maglie del folto centrocampo granata e con un Baselli a uomo che gli impedisce qualsiasi iniziativa. Stessa dinamica nel secondo tempo e prestazione che con il passare dei minuti cala di intensità.

Linetty 5,5 – Se dal lato di Praet non c’è da sorridere, nemmeno il polacco riesce ad avere un impatto positivo sulla partita nel primo tempo. Nella ripresa il pressing ultra offensivo degli avversari gli impedisce di costruire azioni offensive. (dal 28′ s.t. Jankto 5,5 – Entra quando il risultato è già compromesso e non aggiunge nulla alla prestazione confusa della Sampdoria).

Ramirez 5 – Nervosismo tanto, concretezza poca. Nel secondo tempo ha un occasione d’oro sul cross di Praet, peccato che in porta ci sia Sirigu che respinge senza problemi (dal 15′ s.t. Defrel 5,5 – La migliore occasione del secondo tempo arriva dal suo piede, ottimo lo scarico per Gabbiadini che segna).

Quagliarella 5,5 – I palloni che gli arrivano si contano sulle dita di una mano. Cerca per tutto il primo tempo di tenere alta la squadra, operazione complicata dato il costante pressing del Torino. Nella ripresa non gli arrivano palloni utilizzabili.

Gabbiadini 5,5 – Un tiro, non nello specchio di porta. Questo il bilancio del primo tempo dell’attaccante blucerchiato. Nel secondo tempo migliora con due tiri in porta, il primo dai trenta metri per cercare di impensierire Sirigu che ovviamente para senza problemi. Il secondo ottimo sullo scarico di Defrel che si insacca in porta.

TORINO (3-5-2): Sirigu 6; Izzo 6, Nkoulou 6, Moretti 6,5 (dal 36′ s.t. Djidji sv); De Silvestri 6,5 (dal 23′ s.t. Parigini 6), Rincon 6, Baselli 6,5, Meite 6,5, Ansaldi 6,5; Berenguer 6 (dal 43′ s.t. Lukic sv), Belotti 7,5.