Tre esami per Praet: il responso sul ruolo

praet sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Ancora tre esami per Praet per confermarsi trequartista e disputare una stagione da protagonista

Due amichevoli su tre per Dennis Praet sono state un ritorno alle origini. Un ritorno a quel ruolo da trequartista che lui ha sempre preferito rispetto alla mezz’ala in cui ha giocato per tutta la stagione passata, in cui non si sentiva così esperto. In futuro si potrebbe finalmente aprire alla possibilità di vederlo giocare solo dietro le punte. La partenza di Bruno Fernandes e il mancato arrivo di un sostituto al suo posto hanno spinto Giampaolo a proporre come prima scelta Alvarez e come alternativa Djuricic nella prima amichevole contro il Sellero Novelle. Contro Feralpisalò e Cremonese il cambiamento: Djuricic spostato di nuovo mezz’ala, Praet trequartista. E sembra aver convinto. Ora per lui ci sono tre esami: l’Hellas Verona, dove potrebbe di nuovo scendere in campo dal primo minuto in quella posizione, poi il Manchester United e lo Swansea. Se tutti e tre questi test, soprattutto i due in terra inglese, dovessero risultare positivi per il belga si aprirebbe una stagione completamente diversa da quella passata. Per Praet sarebbe sicuramente positivo potersi mettere in luce nel ruolo che lo ha portato alla ribalta ai tempi dell’Anderlecht, soprattutto alla luce del fatto che ha sempre ammesso di volersi giocare le sue carte per essere tra i convocati di Russia 2018.

Si apre però anche un altro interessante scenario. Tolto Alvarez che è sicuramente il trequartista puro nello scacchiere di Giampaolo, si sta andando a profilare una situazione di giocatori che possono giocare il doppio ruolo. Questo darebbe al tecnico doriano la possibilità di cambiare senza stravolgere: Alvarez per Djuricic o Praet nel ruolo di trequartista, ma anche Djuricic e Praet per Linetty e Verre in funzione di mezz’ali. Una varietà a centrocampo che dovrebbe permettere all’allenatore di schierare il migliore del momento senza dare più di tanti punti di riferimento agli avversari, considerando che i quattro giocatori che ha a disposizione per il ruolo di mezz’ala hanno tutti caratteristiche diverse. Si potrebbe avere contemporaneamente in campo Praet sulla trequarti con Linetty/Djuricic mezz’ala, ma anche Djuricic trequartista con Verre/Linetty. Se in altri ruoli la Sampdoria è sicuramente più in difficoltà, le soluzioni a centrocampo e per la trequarti cominciano a essere interessanti. Nella speranza di una esplosione di Praet nel suo ruolo naturale.