Ulivieri sangue blucerchiato: «La Samp me la sento addosso» – VIDEO

Ulivieri è un vero tifoso della Sampdoria: l’arrivo in blucerchiato, la promozione e il ritorno, dopo anni, al “Ferraris” – VIDEO

Renzo Ulivieri torna a parlare del suo passato alla Sampdoria. La chiamata del presidente Paolo Mantovani, la conquista della promozione e il ritorno, dopo anni, al “Ferraris”: «Pensando alla Sampdoria la prima cosa che mi viene in mente sono le maglie meravigliose. Sono stato un sampdoriano sfegatato. Questa società me la sento addosso, è un ricordo indelebile. Un rapporto diretto, genuino con i nostri tifosi».

«Arrivai nel 1981 e le cose non andavano bene. Può capitare che una squadra parta male al di là del valore dei giocatori. Credevo nel valore di questa squadra e non volli innesti di mercato. Fino alla sconfitta di Varese sembrava tutto perso. Poi riprendemmo la strada e ottenemmo la promozione alla penultima di campionato. Sono tornato a Marassi da avversario con la Reggina. L’allenatore era Mazzarri, fui espulso e mentre uscivo dal campo ci fu l’applauso di tutta la tifoseria. Fu una carezza, un gesto più importante rispetto a qualsiasi altro».