Un derby al giorno: il primo trionfo di Ferrero

© foto www.imagephotoagency.it

Chiudiamo la nostra cavalcata dei ricordi con il primo trionfo di Ferrero in una stracittadina: la partita finì 1-0

Siamo arrivati alla vigilia di Genoa-Sampdoria, tra poco più di ventiquattro ore la squadra di Giampaolo scenderà in campo per affrontare la compagine rossoblù nella prima delle due partite che valgono un campionato. Oggi, come ultimo derby del passato, vogliamo ricordare il primo trionfo di Massimo Ferrero da presidente della Sampdoria. Abbiamo iniziato ricordando la prima vittoria di Mantovani, poi il derby di Cassano, quello dell’autogol sotto la Nord e non poteva mancare la prima corsa del numero uno doriano sotto la Gradinata Sud.

La partita in questione non brillò per bellezza tecnico-tattica, ma c’è da dire che nessun Derby della Lanterna viene ricordato per il bel gioco espresso tanto quanto torna alla memoria per i falli, la tensione e le circostanze di scontro tra le due compagini. Il primo tempo, pur non privo di emozioni, si esaurisce sul risultato di 0-0: i rossoblù spendono tanto nella prima frazione di gioco e nella ripresa calano. Diversamente, si accende la Sampdoria. L’intensità superiore e la voglia di arrivare al gol si concretizzano al 75′ su punizione a girare di Gabbiadini. Perin sotto alla Sud, che esplode al vantaggio, non può fare niente su quel pallone. Immediato il tentativo di pareggio dei rossoblù, che con Matri e Pinilla vanno vicinissimi al gol, ma Viviano mette la palla in angolo. Dopo i tre minuti di recupero decretati dall’arbitro Damato, il risultato resta invariato al termine del match. Massimo Ferrero gioisce per la vittoria prima in tribuna e poi, nel suo primo derby da presidente, scende in campo e corre verso la Sud insieme ai giocatori blucerchiati.