Un terzino col vizio del gol: Lorenzo Dickmann per la Sampdoria

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria è sulle tracce di Lorenzo Dickmann, terzino destro di proprietà del Novara: ecco pregi e difetti del classe ’96

Per la Sampdoria il mercato dell’Est Europa è sempre stato un ottimo serbatoio per pescare giovani talenti da lanciare in Serie A e rivendere a prezzi alti, come successo per Skriniar e Schick. Un altro ottimo serbatoio, però, è quello della Serie B, campionato nel quale spesso i giovani trovano spazio e si mettono in mostra. Ebbene, uno dei nomi che potrebbe interessare alla Sampdoria, secondo quanto vi abbiamo raccontato nei giorni precedenti, è quello di Lorenzo Dickmann, difensore laterale classe ’96 di proprietà del Novara, le cui prestazioni in Serie B hanno già attirato l’attenzione di diversi club della massima serie, Cagliari, Spal e Bologna su tutti. Scopriamo dunque qualcosa di più sul giocatore finito in orbita blucerchiata.

Si tratta di un terzino destro moderno, in grado di svolgere al meglio sia la fase difensiva che quella offensiva: nonostante un fisico non proprio statuario – 1,77 metri per 70 chili -, Dickmann è in grado di farsi rispettare nei duelli contro gli attaccanti avversari, sa giocare d’astuzia e ha dimostrato di essere un difensore di grande temperamento, sempre pronto a lottare su ogni pallone. Se si vuole trovare una piccola pecca, non si tratta di un vero e proprio Pendolino, manca cioè un po’ di velocità, ma trovare un terzino che sappia crossare e che sappia anche all’occorrenza dribblare non è cosa da poco. Si tratta inoltre di un giocatore difensivo che ha il vizio del gol: in questo campionato, su 13 presenze, sono state già 3 le reti messe a segno, spesso grazie a penetrazioni centrali in area. Il costo del suo cartellino potrebbe aggirarsi intorno ai 3,5 – 4 milioni, una cifra non certo risibile, ma comunque adatta ad un terzino che ha dimostrato di poter certamente dire la sua in un campionato più competitivo di quello cadetto.