Connettiti con noi

Hanno Detto

Giampaolo: «La Sampdoria è viva. Quagliarella? Siamo al limite della tensione»

Pubblicato

su

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha parlato al termine del match pareggiato contro il Verona: le sue dichiarazioni

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha parlato al termine del match pareggiato contro il Verona. Le sue dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

NERVOSISMO – «Le partite sono pesanti, siamo sempre al limite della tensione. Ci sta qualche sfogo, c’è qualche risentimento. Significa che sei vivo, il piattume non ci porta da nessuna parte».

ATTEGGIAMENTO – «Questa partita, giocata così, lo sapevo già da un paio di settimane. Il Verona è una squadra particolare, difficile da affrontare. Sono forti, hanno qualità e leggerezza. Ti fa patire. Noi siamo stati bravi perché abbiamo giocato una gara di equilibrio e ordine, ogni giocatore ha rispettato le consegne. Peccato perché penso che il Verona abbia creato poco e noi abbiamo preso gol nel momento di pieno controllo. Chi è subentrato ha fatto più fatica. C’è rammarico perché questa vittoria ci avrebbe permesso di fare un passo in avanti importantissimo».

PUNTO DI PARTENZA – «Veniamo da tre sconfitte consecutive, quella con la Salernitana sanguina ancora. Il punto di oggi ci ridà spinta e fiducia, dovevamo passare per Verona con un risultato positivo per forza».

CANDREVA E SABIRI – «Candreva ha appartenenza in quel ruolo, a Sabiri non posso chiedere troppo. Va abituato in un ruolo, io lo sto usando in più zone del campo. È stato molto bravo nel non possesso, meno bravo negli smarcamenti. Sabiri aveva il compito di stringere, ma quelli sono sincronismi per i quali serve tempo. Ci siamo allenati con questo sistema di gioco soltanto in questa settimana».

DAMSGAARD – «Damsgaard è tornato una settimana fa, non posso contare su di lui».

DERBY – «Ci penseremo. È una partita pesante perché i punti in palio fanno la differenza. Ci prepareremo, come lo farà il Genoa».