Gli infortuni spianano la strada a Verre: finale da protagonista?

© foto Valentina Martini

La prestazione contro l’Inter ha convinto, gli infortuni dei compagni di squadra potrebbero spianargli la strada: finale da protagonista per Verre?

Fino a Sampdoria-Inter, partita che i blucerchiati hanno perso per 5-0, Valerio Verre è stato sempre molto poco impiegato da Marco Giampaolo. Nelle gerarchie il centrocampista viene dopo Praet, Barreto e Linetty, per questo motivo non ha avuto tante possibilità di mettersi in mostra in questa stagione. Solo due volte è potuto scendere in campo dal primo minuto, in occasione di Bologna-Sampdoria e Sampdoria-Atalanta: la partita tra le mura dello stadio “Dall’Ara” inoltre è stata l’unica che ha disputato nella sua interezza senza essere sostituito. È subentrato per ben undici volte, sommando un totale di 305′ minuti di gioco, mentre è rimasto in panchina 14 volte in questo campionato. Numeri non buoni per l’ex Pescara, prelevato in estate, su cui la Sampdoria era interessata a puntare.

Il vento però sembra destinato a cambiare: una serie di circostanze, non fortunate per la Sampdoria in realtà, potrebbero significare un finale di campionato più presente per il centrocampista. L’infortunio di Barreto, che si stima dovrà restare fuori almeno tre settimane, e il recente colpo al volto preso da Linetty – in occasione di Polonia-Nigeria -, potrebbe garantirgli, se non di partire titolare già contro il Chievo, partita in programma per sabato 31 marzo, di essere preso in seria considerazione dal tecnico per le prossime gare ravvicinate. Le condizioni di Linetty non sono gravi e Barreto potrebbe rientrare per il Derby della Lanterna, ma a stretto giro, ci sono due partite importantissime per il prosieguo dell’obiettivo europeo: è inevitabile pensare che debbano scendere in campo i giocatori che stanno meglio e Verre è sicuramente uno di questi.

Articolo precedente
jorginho napoliJorginho-Napoli, si tratta il rinnovo: Torreira in stand-by
Prossimo articolo
giampaolo sampdoriaCorsi spinge Giampaolo al Napoli: «Non sente la pressione»