Preoccupazione Vis Pesaro: «Reazione violenta della Samp». E la clausola parla chiaro

marco ferri vlado borozan vis pesaro
© foto Radio Prima Rete

Vis Pesaro, il presidente Ferri in conferenza stampa: «Vicenda che si commenta da sola, chiediamo scusa a Ferrero». Il dg Borozan: «Un passo avanti e sette indietro. Fatto il possibile per sistemare»

L’incidente diplomatico avvenuto ieri in seguito alle dichiarazioni dell’ormai ex copresidente della Vis Pesaro Roberto Bizzocchi continua a tenere banco. Dopo la sua destituzione dai vertici societari, poco fa la dirigenza biancorossa ha indetto una conferenza stampa straordinaria per chiedere pubblicamente scusa e tentare di salvare la collaborazione tecnica con la Sampdoria. Per primo, ha preso la parola il presidente Marco Ferri«Non doveva succedere, ma è successo. La vicenda si commenta da sola. Ho convocato questa conferenza stampa perché sento il profondo e sincero bisogno di chiedere pubblicamente scusa al presidente Ferrero e alla Sampdoria. È stato prodotto un danno d’immagine alla Vis, che in questi anni ha conquistato credibilità nel calcio professionistico».

«La trattativa con la Sampdoria è stata condotta da me personalmente con il presidente Ferrero – spiega – ci siamo incontrati e abbiamo discusso, e non a caso ci siamo trovati a Pesaro e lo ha accolto il sindaco, per dimostrare che tutto è nella massima trasparenza e chiarezza per la città. Bizzocchi non ha mai partecipato alla trattativa, ha saputo tutto il giorno prima della conferenza della presentazione. In questi cinque mesi hanno avuto l’opportunità di conoscerci bene e sanno perfettamente che siamo persone serie e affidabili, lo abbiamo dimostrato coi fatti. Vogliamo solo dimenticare al più presto quanto accaduto e continuare a lavorare duramente tutti i giorni di questa bellissima partnership, sempre più profonda e proficua. Tutto il mondo della Vis Pesaro ringrazia il presidente Massimo Ferrero per aver creduto in noi e per averci dato questa grande opportunità. Noi siamo e vogliamo continuare a essere parte importante della grande Sampdoria. Invito Ferrero a venirci a trovare al più presto per toccare con mano questa società, la città e la tifoseria».

Ferri si rivolge poi direttamente al numero uno blucerchiato: «Caro Massimo, ti mando un grande saluto e ti abbraccio. Scusami ancora per quanto accaduto. Su di noi puoi contare sempre, siamo e saremo un partner affidabile e degno della Sampdoria. Ti aspetto al più presto a Pesaro. Questo è tutto ciò che la società può fare per riparare quello che è stato distrutto. Non so chi fossero gli intervistatori di Bizzocchi, purtroppo stanno rovinando tre anni di duro lavoro: speriamo che la Samp capisca le difficoltà che abbiamo avuto in questi giorni e comprenda la nostra situazione».

La parola passa al dg Vlado Borozan: «Io ho parlato ieri, il comunicato che ha letto il presidente parla chiaro. Purtroppo ci vuole niente per rovinare quanto fatto finora, non so quanto sarà recuperabile. C’è da dire che abbiamo fatto un passo avanti e sette passi indietro, è un dato di fatto e da ieri già lavoriamo per rimettere insieme i cocci. Vediamo in futuro quali saranno le conseguenze. Di certo continueremo a lavorare con lo stesso impegno e la squadra continuerà a fare il suo dovere. Speriamo che prevalga il buon senso e che venga salvaguardato quanto fatto di buono finora».

Qualcuno in sala stampa nota che, a giudicare dall’atteggiamento mortificato con cui i dirigenti della Vis Pesaro stanno parlando, la reazione della Sampdoria debba essere stata piuttosto violenta: «La ha avuto perché, da contratto, il nostro comportamento verso la società dev’essere impeccabile – interviene nuovamente Ferri -. Quel che succede a Pesaro, succede alla Sampdoria. Immaginate questo fatto che cosa procuri». Anche l’Assessore comunale Mila Della Dora ha preso parte alla conferenza stampa: «Vogliamo essere vicini alla società e, come amministrazione, sosteniamo qualsiasi decisione sia stata presa. Vogliamo il bene della Vis e dei tifosi, il nostro augurio è che la collaborazione con la Sampdoria possa essere sempre più positiva e proficua», ha concluso.