Viviano elogia il gruppo: «Il nostro spogliatoio è una famiglia»

viviano
© foto www.imagephotoagency.it

Viviano sottolinea la coesione del gruppo blucerchiato: «All’Arsenal lo spogliatoio sembra un ufficio: da noi invece è una famiglia»

Che il gruppo Sampdoria sia ben assortito e che al suo interno ci sia grande unità di intenti fra tutte le componenti, allenatore e società comprese, lo si sa. Ogni giocatore blucerchiato, infatti, non perde occasione per ribadire quanto lo spogliatoio doriano sia unito e solido, quanto sia importante il gruppo costituitosi negli ultimi anni. Lo sottolinea anche Emiliano Viviano, che ai taccuini de La Gazzetta dello Sport ha introdotto la sfida di domani sera fra Milan e Arsenal, squadra nella quale ha militato prima di approdare a Genova.

Il numero 2 blucerchiato ha cercato di spiegare le differenze fra i due allenatori e i differenti modi di operare delle due società: «Rino è passionale, Wenger è schivo: non si somigliano per niente. Gattuso parla con i suoi, Wenger quasi mai e con nessuno, se non con i vertici, per decidere. L’Arsenal però resta il top: ero arrivato da mezza giornata che già avevo casa, auto, telefono, conto in banca. Lo spogliatoio però sembra un ufficio, mentre da noi è una vera e propria famiglia».

Articolo precedente
Ramirez SampdoriaRamirez punta il Crotone: «Partita tosta, ma possiamo vincere»
Prossimo articolo
Capuano rispetta la Samp: «Sono forti e giocano un bel calcio»