Zapata bomber altruista: è l’assist-man di questa Sampdoria

© foto Valentina Martini

Zapata, non solo gol: dopo i due passaggi vincenti messi a segno contro il Genoa è lui l’assist-man della squadra blucerchiata

L’acquisto di Duvan Zapata, non ci sono dubbi, è stata una delle operazioni di mercato meglio riuscite da parte della Sampdoria nell’ultimo calciomercato estivo. Il colombiano e Ferrari, arrivati a Genova per cercare di rimpiazzare le partenze dei gioielli più splendenti della scorsa stagione, Schick e Skriniar, stanno riuscendo nell’intento di non far rimpiangere il ceco e lo slovacco: dopo alcune partite di rodaggio, i due nuovi acquisti hanno preso stabilmente possesso della maglia da titolare, con estrema soddisfazione di allenatore e tifosi. Zapata, in particolare, era arrivato per contribuire con i suoi gol ad un attacco che aveva perso un giocatore non certo da poco come Schick.

I gol, in questo senso, sono arrivati: in 9 partite di campionato, il classe ’91 ha messo a referto 4 reti, certo non un bottino che lo proietta in cima alla classifica dei cannonieri, ma comunque una cifra di tutto rispetto. Anche perché il bomber di Cali svolge un lavoro molto dispendioso per la squadra, nel senso che spizzare i lanci lunghi e difendere il pallone dai difensori avversari sono attività molto dispendiose da un punto di vista fisico. Ciò che più sorprende, però, e che sottolinea la duttilità dell’attaccante, è la sua incisività in zona-gol non in veste di realizzatore, ma di rifinitore: con i due passaggi vincenti messi a segno nel Derby della Lanterna, Zapata è arrivato già a quota 5 assist, frutto di un suggerimento vincente per Alvarez contro il Milan, di due passaggi risolutivi contro il Crotone e dei due contro il Genoa. Un ruolo certamente inaspettato, ma che sottolinea quanto tutta la squadra blucerchiata lavori coralmente: un altro traguardo, non certo scontato, frutto del grande lavoro di Giampaolo.