Zapata nervoso e inconcludente: domenica a rischio panchina

zapata sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Zapata, che succede? Il colombiano assente dal gioco e nervoso a “San Siro”: contro l’Udinese potrebbe toccare a Kownacki

Non è stata certamente una delle sue migliori partite, quella di Duvan Zapata domenica sera contro il Milan. Il colombiano è spesso sembrato in difficoltà contro gli avversari rossoneri, sempre in ritardo sul pallone, addirittura poco concentrato. Tanto che Giampaolo ha deciso di sostituirlo poco dopo l’inizio del secondo tempo, inserendo Caprari per dare più freschezza e vivacità all’attacco blucerchiato, nella speranza di poter cambiare le sorti di un incontro che invece è restato saldamente nelle mani dei padroni di casa.

L’attaccante classe ’91, però, al momento della sostituzione, ha dimostrato di non gradire affatto la scelta del tecnico, mostrandosi contrariato ed evitando di salutare il compagno che lo avrebbe dovuto rilevare in campo. Comportamento, questo, non piaciuto affatto a Giampaolo, sempre pronto a giustificare le prestazioni non eccelse dei propri uomini ma intransigente in fatto di rispetto del regolamento. Ecco perché, un po’ per “punizione”, un po’ per scelta tecnica, con l’Udinese Zapata potrebbe partire dalla panchina, a meno che durante gli allenamenti settimanali il colombiano non stupisca positivamente l’allenatore svizzero. In caso contrario, a scaldarsi per una maglia da titolare dovrebbe essere quasi certamente Kownacki, con Caprari pronto a subentrare a gara in corso se ci fosse bisogno di garantire velocità e dribbling all’attacco doriano.