Zenga: «Costruzione dal basso? Alla Sampdoria avevo…»

zenga sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico Zenga commenta la costruzione del gioco dal basso e fa riferimento alla Sampdoria: «Avevo Viviano, Èder e Muriel»

Walter Zenga ha espresso le proprie considerazioni sulla costruzione del gioco dal basso, caratteristica tipica di ormai tante squadre in Serie A. Il riferimento va all’esperienza sulla panchina della Sampdoria.

«La costruzione dal basso è diventata imprescindibile. Per esempio, io alla Sampdoria avevo un portiere, Viviano, che ha un lancio di 70 metri e due punte veloci come Muriel ed Èder. Dipende anche dalle caratteristiche dei giocatori», ha detto Zenga a Radio Sportiva.