Abbiati: «A Genova dobbiamo vincere, punto. Brocchi…»

© foto www.imagephotoagency.it

Il weekend si avvicina e per la Sampdoria sarà una sfida importante: di fronte ci sarà il Milan, ma non sarà la sfida tanto attesa dai tifosi all’ex Mihajlovic, ma sarà la prima gara ufficiale da allenatore di Serie A per Christian Brocchi, al quale è stato affidato il Milan proprio in luogo del tecnico serbo, esonerato a seguito della sconfitta con la Juventus nonostante una prestazione più che decorosa.

Dubbi e curiosità imperversano per Milanello a pochi giorni dal match contro i blucerchiati, ma c’è chi è sicuro, Christian Abbiati, terzo portiere del Milan, che ha grande fiducia nei mezzi del neo tecnico rossonero: «Conosco Brocchi da circa 20 anni e c’è sempre stato un legame forte. Lui arrivò nel 2001 al Milan e successivamente siamo stati compagni di camera per anni con Gattuso. Ci siamo tolti tante soddisfazioni, anche perché allora il Milan era veramente la squadra più forte del mondo».

«Christian – racconta Abbiati a Milan Channel – ci mette passione nelle cose che fa. Ha tanta umiltà e sul campo era un peperino. Anche solo per 5 minuti lui dava comunque tutto, era molto affidabile, ci potevi contare. In questi due anni di Primavera ho osservato molte volte i suoi allenamenti. È un tecnico molto preparato e ci sta mettendo molta passione. È con noi solamente da due giorni e gli voglio fare un grosso in bocca al lupo. Sta iniziando a farci capire le sue idee di gioco. Non sarà semplice, però spero che si possano vedere rapidamente sul campo. A Genova dobbiamo vincere, punto. Abbiamo bisogno dei tre punti e di fare una buona prestazione. Per tutto l’ambiente, per noi stessi, perché vincere aiuta ad acquisire fiducia e per affrontare il finale di campionato recuperando punti sulle squadre davanti a noi».

Condividi
Articolo precedente
Zenga: «Vojvodina gara maledetta, meriterebbe un libro»
Prossimo articolo
Bonetti: «Samp-Milan gara delicata, Brocchi rischia di bruciarsi»