Bernardeschi: «Con Sousa sono cresciuto. Dispiace per la Fiorentina»

© foto www.imagephotoagency.it

Il periodo complicato che sta attraversando la Fiorentina non ha impedito a Federico Bernardeschi di esprimersi al meglio e convincere il commissario tecnico azzurro Antonio Conte. 

 

La chiamata assume un sapore particolare essendo la prima nella Nazionale maggiore, dopo la trafila nelle formazioni giovanili, e lo vedrà chiamato in causa per la doppia amichevole contro Spagna e Germania. Bernardeschi oggi ha parlato in conferenza stampa, ma non ha potuto tralasciare la striscia non positiva di risultati che attanaglia la Viola, prossima avversaria peraltro della Sampdoria: «Ho fatto un bel percorso e sono molto felice di essere qui per rappresentare l’Italia. Sono tornato dall’infortunio, un momento che ricordo con molta tristezza, e ho superato ogni difficoltà legata anche ai vari ruoli in cui ho giocato. Mi posso adattare a tanti moduli e credo sia un vantaggio. Per questo devo ringraziare Paulo Sousa, il quale mi ha aiutato tanto e se sono cresciuto lo devo a lui. Dispiace per la Fiorentina, non stiamo vivendo una buona parte di stagione, ma io faccio del mio meglio. Purtroppo i risultati stentano ad arrivare: ringrazio anche la società, perché da soli non si fa niente».

Condividi
Articolo precedente
Under 20, Rocca in gol al “Quattro Nazioni“
Prossimo articolo
Conte: «Sapete già la formazione. Voglio risposte da tutti»