“Fair Play Day”, Giampaolo: «Metabolizzare la sconfitta e ripartire»

Giampaolo Sampdoria
© foto Valentina Martini

Marco Giampaolo, insignito del Premio Paride Batini alla 4.a edizione del “Fair Play Day”, è tornato sulla sconfitta contro il Crotone

Riconoscimento importante per Marco Giampaolo da parte della Genova Calcio – centro tecnico Next Generation Sampdoria – che è arrivato alla quarta edizione del “Fair Play Day – Premio Paride Batini“. A margine della consegna, nella Sala Chiamata del Porto della CULMV di Genova, il tecnico blucerchiato è tornato anche sulla partita giocata e persa contro il Crotone. Metabolizzare e ripartire, questo l’obiettivo. Ma prima un pensiero per il premio ricevuto: «Ho chiesto per quale motivo venissi premiato: sono loro che devono essere premiati per i sacrifici e l’impegno, anche economico. Loro fanno calcio dilettantistico mettendoci tanta passione, mi fa piacere questo riconoscimento. Qua ho ricevuto sempre tanto sostegno» ha esordito ai microfoni della stampa.

METABOLIZZARE E RIPARTIRE DAL TORINO – E sul campionato, quasi agli sgoccioli: «La sconfitta contro il Crotone? Metabolizzarla è necessario, poi quando riprendi a lavorare l’obiettivo è la partita successiva e bisogna tornare con la testa su quella. Non sono mai stato un allenatore autoritario, le decisioni vanno prese tutti insieme e ritenute giuste da tutti. Siamo stati poco attaccati al risultato, poco maturi, la sconfitta ci servirà a maturare. Le motivazioni potrebbero essere quelle di uno scontro diretto per una posizione buona in classifica contro il Torino che è una squadra importante. Viene da buoni risultati però è la giusta motivazione per fare bene ad essere fondamentale per ribadire quello che siamo stati fino ad ora. Cambi? Non ci sono giocatori in scadenza di contratto o che pensano già alla prossima stagione, scenderà in campo la migliore formazione possibile come sempre».

Dal nostro inviato Paolo Priolo

Condividi
Articolo precedente
praet sampdoriaPraet: «Serie A? Quanta tattica…» – VIDEO
Prossimo articolo
tozzo lega proTozzo perde la finale di Coppa, Auteri: «Arbitri, nascondete la faccia»