Ferrero su Cassano: «Rifiuta ogni soluzione, chi ama la Samp non fa questo»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero è stato raggiunto dai microfoni di Radio Crc per commentare le operazioni in questo frenetico ultimo giorno di calciomercato. Oltre alle dichiarazioni su Chiriches e Praet, il numero uno blucerchiato ha parlato anche della situazione legata ad Antonio Cassano, sempre più in stallo. 

«Cassano non fa più parte della Sampdoria – esordisce – ma rifiuta tutte le soluzioni prospettategli e non capisco perché. E’ fuori rosa. Si è comportato molto male con me e questo deve servirgli da lezione, nel calcio la riconoscenza è un optional, si guarda solo ai soldi e si fanno guerre stupide. Cassano ha deciso di allenarsi da solo e fare la vittima sacrificale e non lo capisco perché è un bravo ragazzo, ma è consigliato male. E’ un bravo giocatore, nulla si può dire sul suo talento naturale, ma perché non va a giocare? Non mi parla quindi non posso fargliele queste domande, dovrei convocarlo».

«E’ come se facesse una ripicca nei confronti della Samp – prosegue Ferrero – ma chi ama la squadra non fa queste cose. Perchè stare lì e usare la sua carriera solo per continuare a far parlare di lui? Non capisco a cosa serva, anche perché così facendo si fa del male da solo. Ha ancora un paio di anni per potersi esprimere. A giugno mi ha stretto la mano e mi ha detto che sarebbe andato via dopo il cambio di tecnico: Montella è andato via, mentre lui è ancora qui e si sta facendo del male da solo, e questa cosa mi si spezza il cuore».

Insomma, le speranze di vederlo indossare la maglia di un’altra squadra la prossima stagione, sono veramente ridotte al lumicino: «Gli ho anche detto che gli avrei pagato lo stipendio pur di farlo giocare, ma credo che voglia finire in questo modo ed è brutto ricordare Cassano così. Deve andare all’Entella o allo Spezia e portare la squadra in A, solo dopo potrà appendere gli scarpini al chiodo con un ultimo trofeo. L’unico errore che ho fatto è averlo portato alla Sampdoria – conclude – ad oggi posso dire solo questo».

Condividi
Articolo precedente
Palumbo sarà blucerchiato: resta un anno alla Ternana
Prossimo articolo
Memorial “Varani”: stesa anche la Lodigiani, Samp in testa al girone