Lega Pro: giù Savona e festa Spal, male il Cuneo

© foto www.imagephotoagency.it

Restano ormai due giornate alla Lega Pro per decretare promosse, retrocesse e chi si gioca un posto per la permanenza o per l’abbandono della categoria.

 

Sicuramente è gia scritto il futuro promosso di Pro Patria e Cuneo, vittime del Girone A. La squadra di Gianluca Sampietro, in campo per sessanta minuti prima di essere sostituito da Vettraino, ha concesso alla Cremonese di insaccare la vittoria giocandosi soltanto la dignità poiché matematicamente in Serie D. I piemontesi di Andrea Corsini,  rimasto invece in panchina, con la legittima sconfitta rimediata contro il Pordenone stanziano nella zona calda di classifica: saranno playout, dunque, in quanto il distacco di cinque punti dal Lumezzane è impareggiabile.

 

Il Girone B, d’altronde, ha la prima e l’ultima della classe. La Spal torna in Serie B dopo 23 anni accontentandosi dell’1-1 con l’Arezzo e di una buona prestazione offerta da Alessandro De Vitis. Scorrendo verso il basso troviamo il Savona di Wladimiro Falcone e Mattia Placido: il pari di Siena non giova visto il successo della Lupa Roma sull’Ancona e condanna i liguri alla retrocessione. L’unico tentativo di salvarsi deriverebbe dal buon esito del ricorso per la restituzione di 4 dei 14 punti di penalizzazione: ne basterebbero almeno due, ma la salvezza sembra utopia. 

 

Vince infine il Matera, che non ha più nulla da dire nel suo Girone C. Tutto troppo semplice contro l’Ischia, tutto troppo complicato per Gabriele Rolando: l’esterno di centrocampo ha dovuto assistere al roboante 4-1 dei suoi dalla panchina.

Condividi
Articolo precedente
Castori: «Empoli ostico, ma siamo stati bravi»
Prossimo articolo
Il futuro è Montella: ecco la strategia condivisa