Radovanovic: «Testa alla Sampdoria, non si molla un centimetro»

© foto www.imagephotoagency.it

Un punto a testa tra Milan e Chievo, anticipo delle 12:30 della domenica. Un punto che sicuramente scontenta Sinisa Mihajlovic e mette ancora più in dubbio la possibilità di rincorrere il terzo posto, un punto che va bene ai ragazzi di Maran seppur per un attimo la sensazione era quella di poterla vincere la partita.

 

Radovanovic, metronomo di centrocampo, nel post partita ai microfoni della zona mista, commenta il match disputato contro i rossoneri: «Peccato che non abbiamo fatto un secondo tempo come il primo, oggi è stata una prova di maturità di una squadra che sa quello che vuole . Per non non perdere oggi significa tanto visto che il Forsinone si era avvicinato, un punto va bene così perché si poteva vincere ma anche perdere. Io conosco benissimo Mihajlovic, perché lo ho avuto in nazionale, i giocatori lo seguono e fanno quello che lui vuole, è pur sempre un grande Milan. Un punto va benissimo. 

 

Hetemaj è un guerriero, ma bisogna ricordarsi anche di Rigoni che ha fatto gol a Napoli. La nostra forza è il gruppo perché già da domani dobbiamo preparare la partita di Genova, non si molla un centimetro perché il nostro segreto è il lavoro di squadra. Nel secondo tempo contro il Milan siamo calati anche perché ci siamo accontentati di quel punto ma anche per le individualità del Milan. La salvezza? Fino a che non c’è la matematica non bisogna fare passi falsi, dipende tutto da noi, abbiamo tutti scontri diretti qui in casa e da qui non deve uscire nessuno a testa alta. Le occasioni mancate di oggi? Noi abbiamo giocato per vincerla nel primo tempo, poi siamo calati, con il Milan questo punto bisogna tenerselo bello stretto» come riporta il sito ufficiale.

Condividi
Articolo precedente
La mossa di Montella: meno bel gioco, più punti
Prossimo articolo
Verso Samp – Chievo, ripresa immediata per i ragazzi di Maran