Il bilancio del mercato: investimenti e competitività

Sampdoria Fiorentina
© foto Valentina Martini

La Sampdoria ha cambiato molto in questo mercato, cedendo diversi gioielli facendo registrare importanti plusvalenze e acquistando giovani in rampa di lancio e giocatori già pronti ad affrontare la stagione in Serie A. Il saldo fatto registrare è molto positivo, sintomo del fatto che la società ha ben operato. Vediamo dunque di riepilogare tutte le mosse blucerchiate, iniziando dalle cessioni. Hanno lasciato Genova Skriniar – valutato, nel complesso, 35 milioni -, Schick – per il quale la Samp arriverà a guadagnare 42 milioni o anche più, detenendo una percentuale del 50% sulla rivendita del giocatore entro il 2020 – Muriel26 milioni totali, più il 20% sulla rivendita. Fernandes è approdato in Portogallo per 12 milioni totali più il 10% sulla plusvalenza. Amuzie ha lasciato Genova a titolo gratuito, Cigarini è stato valutato 3 milioni nell’affare-Murru e Budimir ha fatto ritorno al Crotone per 2 milioni.

Il totale degli incassi è stato dunque di 120 milioni, considerando però che si tratta di una cifra “virtuale”, che tiene conto della valutazione di alcune contropartite tecniche – Caprari ad esempio – e che non sono soldi che la Samp ha potuto usare nell’immediato, ma che arriveranno scaglionati nel tempo. Passiamo agli acquisti. Murru è arrivato a Genova per una valutazione totale di 10 milioni – 7 più Cigarini -, Ramirez per 11 milioni totali – 9 più 2 di bonus – Andersen per 3 totali – 2 più 1. Il Lech Poznan ha ricevuto invece un assegno da 4,5 milioni per Kownacki, il Sassuolo potrebbe incassarne ben 15 per Ferrari – 1,5 di prestito più 13,5 di riscatto -, Caprari è stato valutato 15 milioni e, infine, la coppia Zapata-Strinic è arrivata dal Napoli per 22 milioni. Costo totale delle spese blucerchiate 67 milioni. Il saldo netto, dunque, fra acquisti e cessioni, è di ben 53 milioni. Una cifra importante, che certifica l’ottimo lavoro svolto dall’area deputata al mercato in società. L’importante sarà continuare a confermare il positivo trend, una responsabilità che sarà tutta sulle spalle dei giovani arrivati a Genova in questa sessione di mercato: materiale per poter sperare di continuare la tendenza, comunque, la Samp ne ha certamente.

Articolo precedente
murielSampdoria regina delle plusvalenze: i numeri del successo blucerchiato
Prossimo articolo
Sampdoria SimicSeminare per raccogliere: Sampdoria, quanti giovani in giro per l’Italia