Cessione Samp, in arrivo le offerte di Aquilor e degli arabi

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Attese in settimana le offerte di inglesi e arabi: se dovessero arrivare cifre interessanti, Ferrero può rimettere tutto in discussione

Se il ct dell’Italia Roberto Mancini fa il misterioso riguardo alla cessione della Sampdoria e alla possibile presidenza dell’amico Gianluca Vialli, ciò non significa che la trattativa fra l’ex bomber e la società blucerchiata si sia arenata. Recapitata l’offerta a Corte Lambruschini, analizzata la stessa dall’advisor Mediobanca, adesso il gruppo Vialli sta semplicemente aspettando la risposta del club blucerchiato. Risposta che potrebbe arrivare nei prossimi giorni perché in questa settimana sono previsti gli arrivi di altre due proposte per l’acquisizione del club, quella degli inglesi di Aquilor e quella del fondo arabo – gruppo composto in realtà da due fondi differenti senza esperienza nel mondo del calcio, che avrebbero già deciso di affidarsi a diversi professionisti con un passato in Serie A.

La speranza di questi ultimi è quella che la Sampdoria valuti le rispettive offerte senza tener conto del ritardo col quale sono state presentate rispetto a quella di Vialli. Per convincere Massimo Ferrero a considerare seriamente la propria proposta, come scrive Il Secolo XIX, inglesi e arabi possono contare su una strategia efficace, cioè quella di presentare condizioni economiche più vantaggiose. Solitamente, infatti, questo tipo di offerte comprendono una parte fissa e una variabile e si completano in tempi piuttosto lunghi, dilazionando le somme. Ecco perciò che se i due rivali del gruppo Vialli dovessero promettere pagamenti non solo più alti, ma anche e soprattutto più veloci, Ferrero potrebbe anche rimettere tutto in discussione. Diversamente, se l’attuale proprietà del club doriano non resterà soddisfatta delle proposte arrivate, la decisione finirà giocoforza per incanalarsi sulla strada che porta a Vialli.