Cessione Samp, parla l’esperto: «Ecco quanto vale la Sampdoria»

Ferrero Sampdoria
© foto Valentina Martini

Secondo i calcoli di Calcio e Finanza, il valore della Sampdoria si attesterebbe intorno ai 130 milioni, cifra vicina a quella chiesta da Ferrero

In questi giorni di trattative febbrili per la cessione della Sampdoria sono state fatte stime diverse sul reale valore della società, a partire dalle due parti interessate nella compravendita del club. Il presidente blucerchiato Massimo Ferrero ha attestato le proprie richieste intorno ai 140 milioni, York Capital Management sembra invece intenzionato a presentare un’offerta intorno ai 100 milioni. Ma qual è il valore effettivo della società doriana? Prova a risolvere il quesito l’esperto di Calcio e Finanza Matteo Spaziante: «Premesso che in questo momento storico del calcio italiano, la Sampdoria è una delle realtà più solide. Proprio ieri il presidente Ferrero ha citato i moltiplicatori da unire al fatturato e al bilancio per calcolare il valore di un club di calcio».

L’operazione, naturalmente, non è assolutamente definitiva né stabilisce l’esatto valore della società, ma dà un’idea piuttosto precisa di quella che potrebbe essere la cifra che un potenziale compratore sarebbe chiamato a pagare: «Noi abbiamo preso in considerazione le tre società italiane quotate in borsa, Juventus, Roma e Lazio, e calcolato quanto sono valutate dal mercato in base alla quotazione di oggi rispetto ai ricavi, senza plusvalenze, del 2018. Per arrivare al multiplo, si dividono i ricavi per la capitalizzazione. Il multiplo della Juve è risultato 3,19, quello della Roma, 1,76 e quello della Lazio 0,63. La media: 1,72. Se la utilizzassimo sui 76 milioni dei ricavi della Samp del 2017, il dato del 2018 non è ancora disponibile, l’equity value, cioè il solo valore del capitale al netto dei debiti, sarebbe 130,72. Che si avvicina a quei 140 – sostiene Spaziante a Il Secolo XIX che stiamo sentendo dire potrebbe chiedere Ferrero».

Insomma, le richieste del presidente blucerchiato sembrerebbero non essere così alte. Certamente un’ipotetica richiesta di 200 milioni – cifra che, secondo alcune voci, Ferrero avrebbe già chiesto – sarebbe eccessiva: «Ci sembrano un po’ troppi, poi però il prezzo lo fa sempre il mercato. Non si può escludere che ci sia qualcuno disposto a pagare quella cifra». Infine, un ultimo aspetto; quanto incide il valore di una rosa nel prezzo di una società? «Tantissimo, è sicuramente uno degli aspetti principali, se non il principale. Ma non si ottiene sommando banalmente la stima dei prezzi di ogni cartellino. Transfermarkt, ad esempio, il sito tedesco che viene utilizzato spesso da riferimento dai media, con il metodo dell’addizione valuta oggi il valore complessivo della rosa della Sampdoria 177,8 milioni di euro. Quindi più dei 140 che abbiamo detto. Ma bisogna poi verificare l’effettiva correttezza dei valori rispetto a quelli del mercato. E in ogni caso – conclude Spaziante – è un dato che in sede di trattativa per la cessione di una società va calmierato».