Cessione Samp, scelto l’advisor: Mediobanca tratterà con il fondo

ferrero cessione
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero ha scelto l’advisor per la cessione della Sampdoria: sarà Mediobanca a trattare con York Capital e con altri eventuali compratori

Dopo il segnale forte di due giorni fa, dato dal primo contatto telefonico diretto fra Massimo Ferrero e Gianluca Vialli, oggi si aggiunge un nuovo mattoncino sulla via che dovrebbe portare alla cessione della Sampdoria. Come detto qualche giorno fa, infatti, la società blucerchiata era alla ricerca di un advisor – un soggetto esterno a una trattativa, chiamato a fornire il suo parere professionale in materia economica – per assicurarsi di curare al meglio tutti i passaggi della trattativa con gli americani di York Capital Management. Ebbene, secondo Il Secolo XIX Ferrero abbia trovato il suo advisor, Mediobanca. Sarà adesso l’istituto bancario a occuparsi di ascoltare l’offerta dell’hedge fund statunitense e a consigliare a Ferrero il da farsi, in questa come in tutte le altre trattative che potrebbero nascere se l’accordo con gli americani non si dovesse trovare.

Adesso, infatti, spetta al fondo fare la mossa decisiva e affondare l’offensiva con un’offerta convincente. La proposta che sta aspettando Ferrero – intorno ai 130 milioni -, infatti, non è ancora arrivata e l’unica offerta che il presidente doriano ha visto partire dagli uffici del fondo ubicati a Mayfair, Londra, è stata di 50 milioni. Una proposta alla quale Ferrero stesso non ha sentito il bisogno di rispondere seriamente, inviando indietro una vignetta oscena. Adesso però il tempo stringe: se la nuova offerta di York Capital passerà le forche caudine di Mediobanca, allora la strada sarà solo in discesa. Diversamente, se anche questa volta la cifra non dovesse soddisfare la proprietà blucerchiata, si aprirebbe la strada anche ad altre offerte, su tutte quella del fondo inglese che ancora attende l’evolversi della situazione.