Contini si offre: «Il Sampdoria Club NY ponte con gli USA»

contini sampdoria club new york
© foto SampTV

Contini del Sampdoria Club New York si offre: «Possiamo fare da ponte tra l’Italia e gli Stati Uniti»

Una Sampdoria a stelle e strisce, quella che sogna Massimo Ferrero, partito ieri alla volta degli Stati Uniti per incontrare due società e discutere del progetto Next Generation. Quando si parla di colori blucerchiati oltreoceano, non si può non citare il Sampdoria Club New York, vero e proprio baluardo di cui Enrico Contini è cofondatore: «Siamo assolutamente pronti a fare da ponte con le realtà di New York – ha fatto sapere ai microfoni di SampTV -. Professionalmente, ognuno di noi ha dei contatti che possono venire riutilizzati o condivisi per spingere la Sampdoria negli States. Speriamo che la Samp possa arrivare oltreoceano, e con una certa visibilità: la maglia merita, ogni volta che giochiamo nei campetti di periferia con la casacca blucerchiata indosso, tutti ci fermano e ci chiedono, quindi c’è interesse e attenzione da parte del pubblico americano».

Se questa volta è il presidente Ferrero ad essere sbarcato negli USA, ad aprile dell’anno scorso era stato l’avvocato Antonio Romei, che aveva anche raggiunto la delegazione di tifosi newyorchesi per trascorrere qualche ora insieme: «Abbiamo visto insieme una partita – ricorda Contini – giocavamo contro il Crotone e purtroppo abbiamo perso, ma è stata l’occasione per avere ancora di più la certezza che la società è in buone mani: abbiamo visto una persona competente, innamorata della Samp, e siamo contenti che il presidente Ferrero si sia circondato di persone come lui. La nostra impressione è stata molto positiva. Ora speriamo di poter aiutare la società a portare i colori blucerchiati negli Stati Uniti, cercando magari di ottenere collaborazioni od organizzare tournée con le squadre di New York».

Anche a migliaia di chilometri di distanza, l’entusiasmo che si respira attorno al mondo Samp è lo stesso di Genova: «La Sampdoria di Giampaolo gioca bene, le nostre levatacce mattutine per vederla sono ben ripagate dalle prestazioni. Dal punto di vista tecnico siamo molto contenti, abbiamo visto un ottimo miglioramento e crediamo che ci sia anche un progetto per il futuro, vedendo i giovani che abbiamo in rosa. Sono tra i più promettenti anche a livello europeo. Come tifoseria oltreoceano c’è tantissima positività – sottolinea Contini – ma anche un po’ di attenzione da parte dei media, che si stanno iniziando ad interessare, dato il sesto posto. Viaggio tanto per lavoro, in una delle mie tappe spero di potermi godere una trasferta europea della Samp in qualche città».

Articolo precedente
skriniarSkriniar non dimentica: «Giampaolo il mio maestro, gli voglio bene»
Prossimo articolo
pradè sampdoria ostiSampdoria, quanti affari con il Pescara: per giugno c’è Carraro