Connettiti con noi

Hanno Detto

Bergonzi: «Rigori in Sampdoria-Torino? Vi dico la mia»

Pubblicato

su

L’ex arbitro Bergonzi ha analizzato gli episodi da moviola di Sampdoria-Torino, match valido per i sedicesimi di Coppa Italia

Mauro Bergonzi ha espresso le proprie considerazioni in merito agli episodi da moviola di Sampdoria-Torino, match valido per i sedicesimi di finale di Coppa Italia. Le parole dell’ex arbitro ai microfoni di SportMediaset.

RIGORE PER LA SAMPDORIA – «Partita bella e veloce, con tanti contrasti. Noi ci siamo concentrati su tre episodi: il rigore per la Sampdoria. Sponda di Thorsby per Depaoli, interviene Mandragora e Piccinini indica il dischetto. Quando si tampona qualcuno si ha sempre torto. Questo è un calcio di rigore corretto perché l’arbitro è ben messo in campo e vede bene».

AMMONIZIONE JURIC – «Ammonizione Juric per mancato calcio di punizione per il fallo di Depaoli su Linetty. Le proteste sono giuste perché il fallo è scomposto. L’arbitro Piccinini è distante sul fallo e non vede, l’assistente non lo aiuta. Qui ci stava il giallo per Depaoli e il calcio di punizione. Non avrei ammonito Juric, l’avrei gestita diversamente»

RIGORE PER IL TORINO – «Rigore per il Torino. Qui Piccinini non fa bene, menomale che c’è il VAR. Il contrasto è questo: piede destro di Chabot netto su Linetty. La visuale di Piccinini è libera e lui doveva fare una scelta migliore. Il rigore è nettissimo».