Cragno ride: «Bello essere l’idolo della Sud. Quagliarella? Ha rosicato»

Cragno e il rapporto con la Sud: «Sinceramente non ho capito il perché della loro attenzione per me. Rigore? Troppo generoso»

SAMPDORIA-CAGLIARI: LE PAGELLE
SAMPDORIA-CAGLIARI: GLI HIGHLIGHTS
SAMPDORIA-CAGLIARI: LA FOTOGALLERY

Una partita perfetta, o quasi, quella di Alessio Cragno contro la Sampdoria questo pomeriggio. Una parata mostruosa su Fabio Quagliarella, tanti ottimi interventi e solo il rigore a piegare la sua resistenza, condannando il Cagliar ad uscire dal “Ferraris” senza punti: «Nel secondo tempo hanno aumentato il ritmo e quindi siamo andati in difficoltà, loro sono una squadra che ha grandi qualità. Abbiamo difeso bene, siamo stati ordinati, poi c’è stato l’episodio del rigore. Sinceramente, mi sembra un contatto troppo lieve per poter dare il rigore. Sì, c’è un tocco con la mano, ma contatti di questo tipo in area se ne vedono tanti e comunque Gabbiadini non sarebbe mai arrivato su quel pallone. La Gradinata Sud? Non ho capito perché sinceramente, sono diventato un loro amico. Mi fa piacere, ci rivedremo l’anno prossimo. Mi hanno detto che Quagliarella è venuto ad esultarmi in faccia ma io non me ne sono accorto, probabilmente aveva rosicato per la parata di prima».