Il Crotone chiude il cerchio: Foti, dal campo alla tribuna

Foti Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Foti vivrà Sampdoria-Crotone dalla tribuna del “Ferraris”, quasi sei anni dopo aver firmato l’ultima vittoria in casa contro i calabresi

Minuto 80, 11 novembre 2011. La lavagnetta luminosa indica un 19 in rosso e un 16 in verde. Il primo numero appartiene a Bruno Fornaroli, il secondo a Salvatore Foti: lo scatto immediato sulla sinistra, lo sguardo che accompagna il contropiede di Christian Bertani e il piede sinistro che appoggia in rete il pallone del 2-0. Il Crotone è sconfitto, ma la Sampdoria non sapeva che quella sarebbe stata l’ultima vittoria tra le mura del “Ferraris” proprio contro i calabresi. Così come non sapeva che lo stesso Lillo, poco meno di sei anni più tardi, avrebbe vissuto un altro atto, il terzo, di quella partita dalla tribuna dello stadio. Da calciatore a collaboratore tecnico di Marco Giampaolo, il passo può sembrare breve ma è solamente apparenza. Fa sorridere l’elemento comune che chiude il cerchio, i colori blucerchiati che rendono una simpatica coincidenza la linea tracciata dal destino. Insieme ad Angelo Palombo, Foti potrà comunque offrire il proprio contributo: scarpini appesi al chiodo, blocco per gli appunti gelosamente in mano.