Dalla Polonia ai Paesi Bassi: la nuova miniera d’oro di Ferrero

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria ha posato il suo sguardo sui Paesi Bassi: da Praet a Chabot, tutti gli acquisti nell’era Ferrero

Che la Sampdoria vada a cercare i suoi talenti in giro per l’Europa è cosa nota. Dalla Polonia, da cui arrivarono Karol Linetty, Bartosz Beresyznski e Dawid Kownacki, gli osservatori blucerchiati si sono spostati nei Paesi Bassi. Dal Belgio il primo ad arrivare fu Dennis Praet – acquistato per 9 milioni di euro dall’Anderlecht – mentre dall’Olanda venne prelevato Joachim Andersen – quattro milioni di euro pagati al Twente -. Nell’ultima sessione di mercato sono stati acquistati Omar Colley e Daouda Peeters.

Il giovane in forza nella Primavera di Pavan è stato rivenduto alla Juventus per quattro milioni nella trattativa di Emil Audero, rappresentando già una plusvalenza per la Sampdoria di Massimo Ferrero. Ma non sono gli unici colpi che gli scout blucerchiati hanno saputo piazzare: Carlo Osti, nel mercato invernale, ha chiuso Morten Thorsby, centrocampista in scadenza con l’Heerenveen, che si trasferirà a Genova al termine del campionato. L’ultimo in ordine cronologico è Julian Chabot, difensore del Groningen, acquistato con lo scopo di farlo crescere alle spalle di Colley e poi lanciarlo nel calcio dei professionisti.