D’Aversa a testa alta: «Al Ferraris per fare la partita»

d'aversa parma
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Parma, la conferenza stampa di D’Aversa: «Scontro diretto da affrontare determinati»

SAMPDORIA-PARMA: STREAMING, FORMAZIONI E DIRETTA TV

Roberto D’Aversa presenta in conferenza stampa la sfida contro la Sampdoria di Claudio Ranieri: «La partita di giovedì mi ha dato risposte importanti ma non avevo dubbi perché vedendo gli allenamenti meriterebbero tutti ma si fanno le scelte in base ad avversario e tattica. L’aspetto mentale e fisico è ottimale, nonostante alcuni giocatori come Adorante e Siligardi erano alle prime partite. Indipendentemente dai risultati dobbiamo essere equilibrati».

Fabio Quagliarella primo nemico: «L’anno scorso è stato capocannoniere, ha rinnovato e mentalmente ci sono aspetti positivi. Non possiamo pensare di avere una partita semplice contro Quagliarella, Gabbiadini, Ramirez. In questo momento è uno scontro diretto e va affrontato con la giusta determinazione. Vorrei andassimo lì a fare una partita importante, vogliosi di fare la gara quando si ha la palla. Il momento della Sampdoria? In casa ha perso solo con Inter e Lazio, con Ranieri tolta l’ultima gara aveva subito meno gol. Gli attaccanti stanno vivendo un buon momento ma da quando è arrivato Ranieri hanno fatto cose importanti. Dobbiamo ragionare sui numeri e che fino a Cagliari aveva subito meno gol».

Come si affrontano i diversi volti della Sampdoria: «La partita si prepara in entrambe le situazioni. Ultimamente giocano col 4-3-1-2, Ramirez fa l’esterno contro una difesa a tre. E’ chiaro che è un giocatore che predilige a giocare dentro, partendo sulla trequarti sfrutta meglio le sue caratteristiche. Gli accorgimenti presi ci sono, quello che conta è come interpretiamo le fasi. Andremo a fare una partita importante, dovremo essere pronti a interpretare una partita del genere. Ora interpretano il calcio in maniera diversa, alternano il 4-4-2 al 4-3-1-2, quest’anno giocano sulle verticalizzazioni e sulle seconde palle. Quello su cui dobbiamo ragionare è che l’anno scorso era stata in equilibrio nel primo tempo e poi ci sono stati superiori. L’impegno non è semplice, in casa hanno fatto un percorso importante».