Di Francesco alla Sampdoria: i soldi non sono un problema

roma, di francesco cessione
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore della Roma vede la Sampdoria e riflette: entro sabato la risposta. Il nodo principale è il calciomercato

La Sampdoria conoscerà entro sabato il nome del nuovo allenatore. L’incontro di ieri tra il direttore sportivo Carlo Osti ed Eusebio Di Francesco è stato positivo, ma non decisivo. Non ancora, perlomeno, perché il tecnico ha voluto prendersi un paio di giorni per riflettere bene sulla proposta del club blucerchiato. Secondo quanto riportato dal Secolo XIX, il problema non riguarda l’aspetto economico: Di Francesco accetterebbe i due milioni di euro (compresi i bonus) offerti dal presidente Massimo Ferrero a fronte dei tre milioni di euro netti che percepiva alla Roma, da cui si libererà tra poche ore.

Durante il colloquio tra le parti si è parlato esclusivamente di tattica e calciomercato. Di Francesco è consapevole di fare un passo indietro accettando l’offerta della Sampdoria, ma allo stesso tempo è mosso dalla voglia di rimettersi in gioco. A una condizione però: che a sua disposizione ci sia una rosa competitiva, la quale non si accontenti di un misero decimo posto. Le ambizioni devono crescere e la squadra adattarsi. Già, adattarsi. Se la difesa a quattro non costituisce un ostacolo, diverso il discorso relativo a centrocampo e attacco. Di Francesco necessita di esterni e nella Sampdoria, attualmente, gli esterni sono soltanto due: Gianluca Caprari, destinato a partire, e Manolo Gabbiadini, che già lo fece sotto Sinisa Mihajlovic.