Emergenza difesa: Giampaolo vaglia le alternative per Parma

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Senza Tonelli e Andersen e con Colley debilitato la Samp arriverà a Parma con la difesa in emergenza: Giampaolo studia le alternative

Dopo la sconfitta interna contro la Lazio e l’addio definitivo ai sogni europei, la Sampdoria si appresta a vivere un finale di campionato tranquillo e senza ambizioni di classifica, se non quella di preservare la parte sinistra della graduatoria e, magari, di centrare l’ottavo posto che garantirebbe l’esclusione dai turni eliminatori di Coppa Italia. Il tecnico doriano Marco Giampaolo, intanto, fa la conta degli indisponibili per la prossima trasferta, che vedrà i blucerchiati di scena al “Tardini” di Parma – partita nella quale le due squadre indosseranno maglie speciali. I problemi si concentrano soprattutto in difesa: con Jacopo Sala squalificato toccherà a Bartosz Bereszynski tornare dal primo minuto sulla fascia destra, ma a preoccupare è soprattutto la batteria dei centrali. Lorenzo Tonelli sarà assente per squalifica, Joachim Andersen continua ad allenarsi a parte e Omar Colley accusa problemi gastro-intestinali, gli stessi che lo hanno obbligato a chiedere il cambio domenica contro la Lazio dopo un solo quarto d’ora di gioco.

L’unico certo del posto sembra dunque essere Alex Ferrari, che si è ben disimpegnato contro i biancocelesti e che, in virtù del riscatto obbligatorio dal Bologna, dovrà essere testato ancora per permettere a Giampaolo di capire se si potrà fare affidamento sul classe ’94 anche per la prossima stagione. Chi giocherà dunque a fianco dell’ex Hellas Verona? La speranza dello staff medico doriano è quella di recuperare Colley, ma problemi come quelli di cui sta soffrendo il gambiano tendono a debilitare molto l’organismo, ragion per cui Giampaolo valuterà molto attentamente se arruolare il centrale e, eventualmente, se affidargli una maglia da titolare. Con Andersen che difficilmente sarà rischiato, le soluzioni del tecnico doriano restano ben poche: probabile la chiamata di un Primavera – magari del capitano Tommaso Farabegoli, che si sta ben disimpegnando con la squadra di Simone Pavan -, ma solo per la panchina. L’extrema ratio potrebbe essere quella di abbassare sulla linea dei centrali Albin Ekdal, giocatore intelligente e prezioso tatticamente, ma si tratterebbe di una forzatura importante: Giampaolo farà di tutto per recuperare almeno un centrale, e sabato farà le sue valutazioni.