Rinnovo in stand-by per Giampaolo: il tecnico vuole garanzie

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il rinnovo di Giampaolo è per il momento congelato: il tecnico aspetta di capire cosa succederà con la cessione e mette i suoi paletti

Nelle ultime settimane si è parlato della volontà, da parte della Sampdoria, di proseguire il proprio rapporto con il tecnico Marco Giampaolo, apprezzato trasversalmente dalla dirigenza e dalla tifoseria blucerchiate, rinnovando il contratto dell’allenatore di Giulianova, attualmente in scadenza a giugno 2020. Giampaolo, come ben noto, sarebbe felice di restare alla Sampdoria per tentare anche il prossimo anno – e quelli successivi – la scalata alle zone europee della classifica, ma per restare in blucerchiato il tecnico ha bisogno soprattutto di due garanzie.

La prima riguarda la cessione: che il nuovo proprietario sia Gianluca Vialli – la cui controfferta è arrivata sulla scrivania di Massimo Ferrero – o un saudita, Giampaolo vuole garanzie che ci sia l’ambizione di migliorare ulteriormente questa squadra, senza appiattirsi su una dimensione da centro classifica. Per farlo, ci sarà bisogno di una seconda garanzia: ripartire da uno zoccolo duro di giocatori che già posseggano le conoscenze tecnico-tattiche necessarie per il gioco di Giampaolo, e quindi non cedere più di quanto non sia strettamente necessario per questioni di bilancio e di autofinanziamento del mercato. A queste condizioni, Giampaolo deciderà di restare con estremo piacere alla Sampdoria, una società che il tecnico ha ormai imparato ad amare e che, se gli sarà concesso, cercherà di riportare finalmente in Europa.