Connettiti con noi

Hanno Detto

D’Aversa: «Sampdoria brava in campo e sul mercato. Caputo importante»

Pubblicato

su

Roberto D’Aversa, allenatore della Sampdoria, ha parlato al termine del match vinto contro l’Empoli: le sue dichiarazioni

Roberto D’Aversa, allenatore della Sampdoria, ha parlato al termine del match vinto contro l’Empoli. Le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport.

PRESTAZIONE – «Nel primo tempo sono partiti meglio loro e noi siamo stati bravi a non subire gol. L’aspetto negativo è aver concesso qualcosa all’avversario, l’aspetto positivo è non aver subito gol e averla saputa sbloccare con azioni e occasioni importanti. Altro lato positivo, il fatto che si porti in campo tutto quello che facciamo in allenamento. Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi per come hanno giocato. È una vittoria che ci aiuta vedendo il calendario».

PROBLEMA GOL – «Il problema dei gol non sussiste. Caputo è stato molto bravo, ma anche la prestazione di Quagliarella va evidenziata. Loro possono giocare insieme. Ragioneremo sugli equilibri di squadra. Finché partecipano a entrambe le fasi, va bene così. Ma stessa cosa si può dire di Damsgaard e Candreva che sono determinanti per il risultato della squadra».

CAPUTO – «Caputo è un giocatore importante e la società è stata bravissima a trattenere determinati calciatori. Quindi abbiamo garanzie sotto l’aspetto delle qualità. Oggi avevo chiesto una prova di maturità e devo dire che affrontiamo qualsiasi squadra cercando di vincere. Prendo spunto dalla partita contro l’Inter. In superiorità numerica con Sensi fuori avremmo dovuto portare a casa il risultato pieno».

SCELTE TATTICHE – «Ho utilizzato Thorsby, bravo ad aggredire in avanti. E ho usato in fase difensiva da mezzali Candreva e Damsgaard. Yoshida e Colley sono i migliori del campionato italiano e mi permettono la difesa alta. Colley con Quagliarella e Candreva sono stati i migliori in campo. I risultati sono quelli che ci danno la convinzione su quello che facciamo in settimana. Oggi risultato fondamentale».

CANDREVA E DAMSGAARD – «Candreva a sinistra? Giocando a piede invertito, cosa che preferisco, arriva meglio alla conclusione. Stessa cosa per Damsgaard. A destra Antonio ha fatto più gol in campionato di tutta la Serie A nella scorsa stagione. Quando hai questa qualità, per non parlare dell’apertura di Quagliarella, è tutto più facile da realizzare».