Bucci non si schiera: «Genoa e Samp, comprate insieme il Ferraris»

bucci genova sindaco
© foto www.imagephotoagency.it

Bucci si auspica una soluzione condivisa tra Genoa e Sampdoria per l’acquisto dello stadio Ferraris: il prezzo è da fissare

Continuano le polemiche attorno alla vendita dello stadio “Ferraris”: il sindaco di Genova Marco Bucci, dopo le notizie che vorrebbero la Sampdoria in vantaggio sul Genoa, resta sempre molto cauto. La consapevolezza che l’impianto stia molto a cuore alla sponda rossoblù va a scontrarsi però con l’immobilismo del Genoa riguardo a quali siano le loro intenzioni per il futuro. Il “Ferraris” è in vendita, ora spetta a entrambe le società farsi avanti. Per ora solo il presidente doriano Massimo Ferrero ha dichiarato di voler procedere all’acquisto dello stadio, come afferma Bucci a Repubblica, ma allo stesso tempo la via che il Comune preferirebbe perseguire è quella che porta a un acquisto condiviso: «Mi piacerebbe che fossero le due squadre cittadine, quindi anche il Genoa, ad acquistare il Ferraris».

La seconda polemica è legata al prezzo dello stadio. L’assessore comunale allo sport Stefano Anzalone ha stimato una cifra che ruota attorno ai dieci milioni di euro, ma Bucci ritratta e precisa che di prezzi esatti si parlerà solo dopo la perizia tecnica: «Non è detto che lo diamo via per dieci milioni, c’è un iter di legge da seguire è necessaria una gara». La volontà del Comune è quella di vendere l’impianto, ma la prima scelta sarebbe quella di una cessione ad entrambe le società per non creare attriti e frizioni con i genoani: se però il Genoa continuerà a non rispondere formalmente alle proposte di Sampdoria e Comune per l’acquisto, la società doriana andrà avanti portando avanti i suoi interessi.