Ferrero assente in Tribunale. E i debiti della Eleven Finance…

Ferrero Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero diserta l’aula del Tribunale di Roma, davanti al Gup solo gli avvocati. A settembre altro appuntamento con le banche creditrici della Eleven Finance

Non si è presentato questa mattina presso il Tribunale di Roma Massimo Ferrero, atteso in aula davanti al Gup per l’udienza preliminare relativa alle accuse di appropriazione indebita di fondi della Sampdoria. Il presidente blucerchiato non si è presentato alla prima udienza dopo la richiesta di rinvio a giudizio, ma nulla di strano per questa fase del processo: sono stati gli avvocati ad occuparsi di tutto, la sua presenza in aula non era obbligatoria.

Insieme a lui, altri quattro indagati: il nipote Giorgio, la figlia Vanessa e i due manager Marco Valerio Guercini e Andrea Diamanti. Le accuse mosse sono quelle di aver procurato “alla società Vici srl un ingiusto profitto”, essendosi “appropriati indebitamente delle somme accreditate con bonifico estero”, con riferimento ai soldi provenienti dalla cessione di Pedro Obiang al West Ham avvenuta nel giugno del 2015. Le cifre incriminate ammontano a 1milione e 159mila euro.

In attesa di conoscere la decisione del Gup, che potrebbe chiedere un’altra udienza nelle prossime settimane, il Viperetta dovrà risolvere anche la questione relativa ai debiti della Eleven Finance, la società della famiglia Ferrero recentemente messa in liquidazione e che si occupa delle attività immobiliari e cinematografiche. Secondo Il Secolo XIX, sarebbe in programma entro settembre un nuovo incontro con le banche creditrici per fare il punto della situazione: l’imprenditore romano dovrà affrontare un piano di risanamento di circa 55 milioni di euro, motivo per il quale il gruppo Vialli mantiene l’ottimismo per un closing entro la prossima settimana, confidando nella necessità di Ferrero di vendere la Sampdoria.