Connettiti con noi

Hanno Detto

Guzzetta: «Ferrero vuole cedere la Sampdoria e comprare il Palermo»

Pubblicato

su

Il commercialista Castrenze Guzzetta ha parlato dell’interesse di Massimo Ferrero nei confronti del Palermo e dell’eventuale cessione della Sampdoria

Il commercialista Castrenze Guzzetta ha parlato dell’interesse di Massimo Ferrero nei confronti del Palermo e sull’eventuale cessione della Sampdoria. Le sue parole a Radio Time.

FERRERO AL PALERMO – «Ferrero è interessato al Palermo dal giugno 2019. L’era Zamparini l’abbiamo vissuta tutti e crea ancora nostalgia. Gli ultimi anni sono stati disastrosi ma il grande calcio lo abbiamo visto grazie a lui. Ferrero viene associato per l’essere un personaggio al di sopra delle righe a Zamparini. Ha una storia di tutto rispetto con otto anni alla guida del club blucerchiato e 455 milioni di euro di plusvalenza effettuati».

PROGETTO – «Abbiamo presentato un bando con progetto sportivo con Perinetti e Iachini e una serie di giovani di belle speranze. Noi eravamo pronti qualora avessimo vinto il bando, poi è andata come sappiamo. I rapporti fra Mirri e Ferrero? Risalgono a prima del bando, con cordialità e stima reciproca. Attualmente c’è l’interesse del presidente Ferrero di rilevare le quote di maggioranza. Si lavora in una fase interlocutoria. Presenteremo una proposta a Lazard».

NODO SAMPDORIA – «È innegabile che finché Ferrero avrà la Sampdoria non potrà subentrare al presidente Mirri. La Sampdoria è in vendita e se dovesse arrivare l’offerta giusta lui cederà il club ligure per rilevare il Palermo. Il suo modello è quello dell’Atalanta».

DETTAGLI – «Ha tutte le carte in regola per prendere il Palermo contrariamente all’attuale società. Valore dell’offerta non posso renderla nota. Siamo alle ultime fasi e si attendo le firme dei soggetti interessati e la presenteremo al più presto per pianificare la prossima stagione. Il presidente ha le idee chiare anche se lui non sarà proprietario. Lui ha un progetto sportivo ambizioso e darebbe entusiasmo alla piazza».

 

Advertisement