Connettiti con noi

Focus

Ferrero, Osti, Faggiano: problemi di leadership alla Sampdoria? Il rischio

Pubblicato

su

Osti rinnova e amplia le sue mansioni; Faggiano è uomo mercato; Ferrero non è semplice osservatore: i rischi per la Sampdoria del futuro

L’organigramma della Sampdoria è vicino alla sistemazione definitiva dopo settimane di incertezze. Ormai fatto il rinnovo di Carlo Osti che amplierà le sue mansioni, diventando direttore dell’area tecnica, e sempre più vicino l’arrivo di Daniele Faggiano. Massimo Ferrero ora penserà alla scelta del prossimo allenatore ma in ottica calciomercato può sorgere una preoccupazione.

Se Osti dovrà dirigere l’intera area tecnica aumenteranno le sue responsabilità e, dopo una lunga carriera da ds, il dirigente difficilmente rinuncerà a lavorare sulle trattative, lo stesso discorso si può fare per Faggiano che, se dovesse firmare con i blucerchiati, diventerebbe l’uomo mercato e il punto di riferimento. La sua storia a Genova ha, inoltre, dimostrato che lo stesso Ferrero si occupa spesso in prima persona del parco giocatori e delle decisioni della Sampdoria. Il rischio è quello, dunque, di avere molti confronti e di creare possibili tensioni in caso di idee differenti. In passato, l'”affollamento” in società non ha portato a grandi risultati: da Daniele Pradè a Walter Sabatini, che hanno lasciato dopo poco tempo. In ogni caso, per ora, bisogna ancora attendere le ufficialità e capire definitivamente come sarà strutturata la dirigenza dei liguri.