Ferrero incontenibile: «Patto con Giampaolo, si porti dietro chi vuole»

ferrero sampdoria
© foto Valentina Martini

Ferrero sul futuro di Giampaolo: «Ho un patto, non posso  trattenerlo se vuole andare in un top club». Su Torreira: «Vale 40 milioni»

Intervistato oggi da Radio RMC, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha rilasciato importanti dichiarazioni sul futuro del tecnico blucerchiato Marco Giampaolo: «Con lui ho un patto, se chiama qualcuno viene da me e me lo dice. Se vuole andare in un grande club, non posso certo fermarlo io». La squadra al momento più interessata all’ex Empoli è il Napoli, che forse avrà bisogno di trovare l’eredi di Maurizio Sarri: «Anche Torreira potrebbe andare con lui? Che si portasse tutti, basta pagare… Torreira è un giocatore di cui si parla troppo. Molti club lo chiedono, ma aspettiamo giugno: qualcosa accadrà. Chiaramente, la decisione ultima è del ragazzo. Il Napoli, l’Inter e altre squadre, lo vogliono tutti. Quanto vale? Siamo sulla linea di Schick – spiega – vale una quarantina di milioni».

Sul futuro Dennis Praet, altro talento della Sampdoria richiesto da diversi top club: «E’ un ragazzo molto ambito, però se poi a Roma non funziona mi ammazzano». Ferrero si riferisce ovviamente all’avventura di Patrik Schick in giallorosso: «E’ un grande giocatore, un talento naturale. E il prossimo anno sarà il suo – assicura il presidente -. Roma è una piazza molto complicata, io ho vissuto la curva della Roma e un ragazzino di 20 anni che arriva dalla Sampdoria ha bisogno di tempo. Poi gioca in un ruolo che non credo sia il suo, ma non posso dire dove deve giocare, altrimenti Di Francesco, che è un grande allenatore, se la prende».

Sulla questione dei diritti tv, il patron blucerchiato ha le idee chiare: «Sono sicuro che non cambierà nulla. E’ stata fatta una gara, Mediapro l’ha vinta e poi Sky s’è svegliato. Si poteva svegliare prima: Sky non può stare senza calcio. Ora c’è di mezzo la magistratura e sapranno cosa fare, noi come Serie A e come Lega siamo molto sereni». Infine la polemica lanciata contro il sindaco di Roma Virginia Raggi sulla gestione dello stadio “Flaminio” di Roma: «Il “Flaminio” è un gioiello, già due anni fa chiesi di prenderlo in gestione. Andavo là a vedere le partite, è la storia di Roma e io voglio farlo rivivere. Il Sindaco facesse una gara, ma perché tenerlo così? Ma i ragazzi romani dove devono andare? Invece di pensare alla funivia, la Raggi deve ridarci Roma. Io voglio regalare ai ragazzi qualcosa di bello e ridare alla città un quartiere meraviglioso. Proviamo a salvare il “Flaminio” – conclude – io voglio aiutare il Sindaco». Un tweet polemico di Ferrero sulla questione – con tanto di strafalcione ortografico – ha già fatto il giro del web in poche ore, diventando oggetto di scherni.