Gavillucci non cambia idea: «Samp-Napoli? Rifarei tutto»

gavillucci arbitro aia serie a
© foto www.imagephotoagency.it

L’arbitro Gavillucci torna sugli episodi di Sampdoria-Napoli, partita che ha segnato il suo percorso come direttore di gara

Messo a riposo per motivi tecnici nella stagione 2018/19, a poco più di un anno da Sampdoria-Napoli – sfida risalente al 13 maggio 2018, arbitrata e interrotta per cori discriminatori -, l’arbitro Claudio Gavillucci torna sugli episodi che hanno probabilmente segnato il suo percorso nel calcio professionistico: «Non credo e soprattutto non voglio credere che io sia stato allontanato per aver sospeso la partita tra Sampdoria e Napoli, causa razzismo e discriminazione territoriale – commenta sulle pagine del Corriere dello Sport -. La mano sul fuoco però non la metto più per nessuno. Dico una cosa, rifarei la stessa scelta altre cento volte, quei cori erano vergognosi e la partita andava fermata. Non mi sono mai pentito. Rimango però stupito dalle parole di Nicchi. Volete sapere cosa mi ha detto? “L’arbitraggio va preso come un hobby, ora ne troverai altri”».