Inarrestabile Quagliarella: i numeri del post lockdown alla Sampdoria

quagliarella sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’inizio dello scorso campionato era stato deficitario per Fabio Quagliarella. Post lockdown la rinascita, merito anche di Ranieri

Non è un mistero che Eusebio Di Francesco abbia calcisticamente azzoppato Fabio Quagliarella. Lo dicono i numeri della scorsa stagione in cui l’attaccante blucerchiato nelle prime undici (sette con Di Francesco) partite della Sampdoria ha messo a segno una sola rete. Il modulo non gli era congeniale, troppo lontani i compagni di reparto, troppo spazio alle difese di asfissiarlo.

LEGGI ANCHE – Ekdal e Silva assieme: come può cambiare la Sampdoria

Poi l’arrivo di Claudio Ranieri e la lenta ripresa. Il post lockdown ha restituito alla Sampdoria il suo condottiero. In tredici partite ha centrato il bersaglio per dieci volte, fino alla salvezza conquistata a Parma. L’inizio di questa stagione fa ben sperare e il gol contro la Lazio (di testa, che non è una sua specialità) è un ottimo segnale.