Krsticic: «Qui a vita: voglio essere il capitano della Samp» - Samp News 24
Connettiti con noi

2013

Krsticic: «Qui a vita: voglio essere il capitano della Samp»

Pubblicato

su

L’intervento di Matuzalem ed il derby appaiono lontani anni luce: eppure, Nenad Krsticic è ancora mal messo dopo lo sciagurato tackle del brasiliano del Genoa ed è sulla via del recupero. L’obiettivo è quello di tornare in forma smagliante per il ritiro di Bardonecchia, che inizierà il 9 luglio prossimo. Del resto, l’esame effettuato ieri al Laboratorio Albaro conferma che il recupero procede in maniera ottimale e Nenad non si fermerà neanche durante le vacanze, sebbene dica: «Sì, poi le ferie le farò… del resto, l’importante non è fare le ferie, ma recuperare in tempo per il ritiro». Si torna anche sull’intervento di Matuzalem durante il derby, quello che lo ha costretto a lavorare durante l’estate: «Per me è una storia finita – racconta il serbo al “Secolo XIX” – tutto dimenticato, ricomincerò come se non fosse successo nulla. Comunque, non ci siamo sentiti, ma non fa nulla».

Una dichiarazione distensiva rispetto a quella dei mesi scorsi («Se saranno ancora in A, ci rivedremo la prossima stagione») per colui che non è solo un buon giocatore, ma sopratutto un grande uomo: «La caviglia non mi fa più male, perciò ho anche rimonciato a correre e a giochicchiare un po’ con la palla – dice Krsticic, adesso pronto a tornare nella sua Belgrado – mi alleno nel pomeriggio, così ho anche tempo di riposarmi». Il medico ha anche dato qualche consiglio per un recupero più veloce del serbo: «Sì, mi ha detto di allenarmi sulla sabbia, perché questa aiuta il recupero della caviglia». Krsticic, intanto, è uno dei sette uomini che il presidente Garrone ha definito “intoccabili” nei giorni scorsi: «Ho sentito le sue parole dalla Serbia e mi hanno fatto piacere – dice il centrocampista – l’ho detto e lo ripeto: mi piacerebbe rimanere qui a vita, in modo da essere il prossimo capitano della squadra». Forse il serbo dovrà cambiare anche ruolo, se il centrocampo passerà da cinque a quattro: «Non c’è problema, sono cose che deve decidere il mister, non io». Chiusura sulle prospettive della Samp della prossima stagione: «Possiamo fare meglio di quest’annata appena conclusa – confessa il serbo – abbiamo tutte le qualità per salvarci e toglierci qualche soddisfazione».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Samp News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 44 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a U.C. Sampdoria S.p.A. Il marchio Sampdoria è di esclusiva proprietà di U.C. Sampdoria S.p.A.