Osti: «Nessun fantamercato. Sansone resta»

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria è già alla ricerca di pedine importanti da arruolare nel corso del mercato invernale di gennaio ma alcuni nomi circolati finora non rappresentano le necessità della squadra, desiderosa di ricevere giocatori determinati a coprire un certo ruolo che talvolta nel corso della stagione è venuto meno. A mostrare i parametri di ciò che sarà il calciomercato blucerchiato è il direttore sportivo Carlo Osti, che fa il punto della situazione ai microfoni di TeleNord: «Destro é un nome impraticabile. Per quanto riguarda Quagliarella Borriello stiamo parlando di fantamercato. Cassano? Ottimo giocatore adattabile a tutte le posizioni in attacco, ma non è in questo momento la prima punta che cerchiamo noi dal punto di vista delle caratteristiche fisiche».

Smentito, inoltre, lo scambio Sansone-Bianchi. L’ex Torino e Sassuolo è considerato uno dei pilastri irremovibili del reparto offensivo doriano: «La nostra priorità è quella di non indebolire la squadra, nessuno dei giocatori importanti andrà via. Intendiamo sfoltire la rosa per permettere a Mihajlovic di svolgere al meglio la sua attività, perchè 31 giocatori sono troppi ed abbiamo dei ragazzi che è giusto vadano a giocare per dimostrare il loro valore. Dovremo cercare di rinforzare la squadra, anche mediante degli scambi. Lo scambio Bianchi-Sansone? Non si farà, Sansone è uno di quelli che rimarranno alla Samp. Dobbiamo fare valutazioni su quello che abbiamo ed eventualmente fare interventi che possano garantire un miglioramento della squadra, altrimenti possiamo anche rimanere così. Acquisti per l’attacco?  Valuteremo bene la situazione dell’attaccante centrale anche in base alle esigenze del mister, che ora gioca con una punta centrale nel 4-2-3-1 ma non è escluso che in futuro possa giocare anche diversamente».