La Federsupporter tuona: «Tifosi lasciati soli dalla Sampdoria»

tifosi sampdoria gradinata sud
© foto www.imagephotoagency.it

Il comunicato della Federsupporter che bacchetta la Sampdoria: «Ha lasciato da soli i propri tifosi»

La Federsupporter ha pubblicato un comunicato sul caso Sampdoria, che ha negato per questioni tecniche ai propri tifosi di seguire l’esempio di altre tifoserie – come quella del Parma – che hanno devoluto in beneficenza per l’emergenza Coronavirus i rimborsi dei propri abbonamenti.

«Le diverse prospettive sociali e di solidarietà nel mondo del calcio:  il caso Parma e il caso Sampdoria. L’attuale emergenza epidemica ha posto in evidenza, tra l’altro, il diverso stile manageriale e dei tifosi di alcuni Club. Con grande piacere Federsupporter vuole dare grande pubblicità alle iniziative di un Club da un lato (Parma Calcio) e di una tifoseria dall’altro (I Club della Sampdoria). Il Parma CALCIO 1913, avendo disputato la partita Parma – Spal a porte chiuse, ha informato i propri abbonati circa la possibilità di ottenere il rimborso della quota non potuta godere del proprio abbonamento : “E’ un diritto che riconosciamo ai nostri abbonati…”, sottolineando, nel contempo, con grande spirito di solidarietà che offriva ai propri abbonati la possibilità di destinare tale rimborso per affiancare l’iniziativa del Club in favore dell’Ospedale Maggiore di Parma “La Squadra Più Forte di Parma”. Club che comunque garantirà una donazione di € 100.000».

«A fronte di questo eccezionale binomio Club/Tifosi si pone l’analoga iniziativa dei tifosi della Sampdoria (Ultras Tito Cucchiaroni, Club Fedelissimi Sampdoriani 1961, Federclubs, Valsecca, Molesti, Struppa e Cattivi Maestri- cfr. www.primocanale.it) di destinare la quota di abbonamenti non utilizzata in occasione della gara Sampdoria-Verona, in favore del Policlinico San Martino. I tifosi sono stati lasciati soli dalla Società che ha comunicato come tale esborso “sia un’azione complicata da realizzare sotto tutti i punti di vista-cfr. www.primocanale.it). Ma scusate gli incassi degli abbonamenti non sono già stati introitati dalla Società? E a cosa sono serviti questi denari? E qual è “la complicazione“? Vergogna è l’unica parola che giustifica una simile risposta. Federsupporter ritiene di dare il maggior rilievo possibile all’atteggiamento di questi tifosi e alle diverse posizioni manageriali dei due Club. Alfredo Parisi (cell. 335 526 0968). Presidente Federsupporter».