La Samp riflette sui prestiti: tra no secchi e dubbi

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria continua a valutare il rendimento dei giocatori in prestito: quattro situazioni in bilico

Mancano dieci giornate alla fine del campionato 2018/19 e la Sampdoria sta iniziando a riflettere sulla situazione prestiti. Al netto dei giocatori il cui obbligo è già scattato o è stato esercitato, ci sono quattro situazioni ancora da decidere. I giocatori in bilico sono Junior Tavares, Gregoire Defrel, Riccardo Saponara e Lorenzo Tonelli. Se per il terzino brasiliano la possibilità di riscatto è alquanto remota dato che il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo non lo ha quasi mai preso in considerazione, diversa è la situazione che riguarda gli altri tre giocatori.

L’obbligo di riscatto per Tonelli scatterà alla 21ª presenza in campionato, il difensore ha già disputato quattordici incontri e difficilmente – complice l’ottimo rendimento di Omar Colley – giocherà sette delle prossime dieci partite. Al termine della stagione Tonelli farà quindi ritorno a Napoli. La Sampdoria sta continuando a valutare Defrel e Saponara. Il riscatto dell’attaccante francese è fissato a 12,750 milioni di euro: una cifra importante e forse eccessiva se si guarda al rendimento del giocatore fino ad oggi, ma la società doriana aspetterà il termine della stagione per fare una valutazione complessiva. Il riscatto di Saponara è fissato a 9 milioni di euro, una somma elevata considerando i problemi fisici che hanno reso frammentario il suo utilizzo da parte del tecnico doriano, anche per lui saranno decisive le ultime dieci giornate per convincere la Sampdoria.