La Samp vola a Londra: prima offerta ufficiale del fondo

ferrero romei sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Nuovo incontro a Londra tra i rappresentanti della Sampdoria e il fondo americano: in arrivo la prima offerta ufficiale per l’acquisto della società

Sabato pomeriggio, dopo la conferenza stampa del tecnico blucerchiato Marco Giampaolo, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero si è fatto sentire con la stampa presente, ribadendo che la società non è in vendita. Parole chiare e toni piuttosto duri, che però non collimano con i fatti: Gianluca Vialli, rappresentante per York Capital Management, sta ancora temporeggiando con la nazionale riguardo la sua possibile nomina a capo delegazione degli azzurri per capire come si evolveranno le cose nella trattativa tra Ferrero e il fondo americano.

Novità importanti, in questo senso, potrebbero arrivare questa settimana: secondo Il Secolo XIX, infatti, domani è in programma un incontro a Londra fra i rappresentanti della società di Corte Lambruschini e quelli di York Capital Management, incontro durante il quale il fondo americano farà la propria proposta per l’acquisto della Sampdoria. Fino a questo momento, infatti, non era ancora arrivata alcuna offerta concreta sulla scrivania di Ferrero. L’offerta di domani sarà perciò utile per capire se la trattativa potrà proseguire, limando magari le differenze fra domanda e offerta, o se la distanza economica – va ricordato che Ferrero chiede circa 150 milioni – sarà troppa per trovare un compromesso.

La Sampdoria non approderà però in Inghilterra solo per parlare con il fondo americano. Stando a quanto riferito dal quotidiano genovese, infatti, i blucerchiati potrebbero partecipare ad un secondo meeting, con i rappresentanti del fondo inglese interessato all’acquisto della società. Questa opzione, per il momento congelata dato il “vantaggio” degli avversari a stelle e strisce, potrebbe prendere nuovamente vigore nel caso in cui l’offerta di York Capital Management non dovesse soddisfare Ferrero. Anche in questo caso, però, i tempi dovranno giocoforza essere stretti: la necessità è quella di concludere l’eventuale passaggio di proprietà entro la primavera, per permettere a chi succederà a Ferrero di organizzare per tempo la prossima stagione.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!